Cronaca » Politica

Venerdì 06 Aprile 2018 - ore 13:37

Sicurezza, ecco le richieste dei sindaci ai parlamentari

Undici i neo eletti presenti all’incontro in Municipio. Documento condiviso dai rappresentanti di tutto il territorio modenese: Comuni capidistretto e Unioni

Il potenziamento del personale e dei mezzi delle forze dell’ordine di competenza dello Stato insieme a un’attenzione per i Comuni, con norme più rispettose delle autonomie, e lo sviluppo di tutte le potenzialità di collaborazione e coordinamento tra Stato ed Enti locali, sull’esempio di ciò che è previsto dal Patto per Modena sicura. Ma anche interventi per garantire la certezza della pena e attenzione per il fenomeno migratorio, in particolare per i richiedenti asilo, accelerando i procedimenti di riconoscimento e quelli di rimpatrio per chi non ne ha diritto, migliorando i controlli (con attivazione dei Centri di permanenza per i rimpatri come strumento per prevenire la clandestinità, ma garantendo le forze dell’ordine necessarie) e prevedendo per chi è in attesa l’impegno obbligatorio in lavori socialmente utili non retribuiti.

Sono le richieste presentate ai parlamentari del territorio contenute nel documento condiviso dai sindaci modenesi dei Comuni capi distretto e dai presidenti delle Unioni di Comuni illustrato dal sindaco Gian Carlo Muzzarelli nel corso dell’incontro che si è svolto venerdì 6 aprile nel Municipio di Modena.

Undici i parlamentari che hanno risposto all’invito, in rappresentanza di tutte le aree politiche. Per il centro sinistra hanno partecipato i senatori del Pd Edoardo Patriarca, Paola Boldrini e Laura Garavini; le deputate Beatrice Lorenzin (Civica popolare) e Giuditta Pini (Pd). Per il centro destra erano presenti il senatore di Forza Italia Enrico Aimi, i deputati Benedetta Fiorini (FI) e Guglielmo Golinelli (Lega Nord). Per il Movimento 5 Stelle c’erano la senatrice Marialaura Mantovani e i deputati Stefania Ascari e Vittorio Ferraresi.

Oltre a Muzzarelli, erano presenti i sindaci Alberto Bellelli (Carpi), Claudio Pistoni (Sassuolo), Stefano Reggianini (Castelfranco), Maino Benatti (Mirandola), Luciano Biolchini (Pavullo), Simone Pelloni (Vignola), Emilia Muratori (Marano, presidente dell’Unione Terre di Castelli), Alberto Borghi (Bomporto, presidente dell’Unione del Sorbara). Hanno condiviso il documento, pur non riuscendo a essere presenti all’incontro a causa di precedenti impegni, Paola Guerzoni (Campogalliano, come presidente dell’Unione Terre d’Argine), Luca Prandini (Concordia, come presidente dell’Unione Area Nord) e Leandro Bonucchi (Montecreto, come presidente dell’Unione del Frignano).

PIÙ PERSONALE E MAGGIORE COLLABORAZIONE

Nel documento anche la richiesta di accelerare le pratiche per i richiedenti asilo e prevenire la clandestinità: attivazione dei Cpr ma con più forze dell’ordine

Per i sindaci modenesi sicurezza e legalità sono al centro delle preoccupazioni dei cittadini e all’attenzione delle amministrazioni locali, al di là delle statistiche che comunque “non sono sufficienti a rendere conto della situazione: per molti reati minori, ad esempio, ci sono segnali che i cittadini stiano rinunciando a sporgere denuncia; le inchieste giudiziarie confermano la presenza di infiltrazioni di stampo mafioso; la tipologia dei reati, in particolare i furti in appartamento e le rapine agli operatori economici, suscita un allarme crescente, laddove i rischi non riguardano più soltanto i beni ma l’incolumità delle vittime”.

Inizia da questa fotografia della realtà locale il documento presentato ai parlamentari del territorio dove, pur riconoscendo il grande impegno di tutti (in particolare del Prefetto e del Coordinamento provinciale ordine e sicurezza pubblica) e gli importanti risultati raggiunti dalle forze dell’ordine nazionali e locali, per i sindaci si è ancora lontani dal debellare “i reati predatori, il traffico di stupefacenti e lo sfruttamento della prostituzione”.

La prima richiesta, per migliorare la capacità di risposta dello Stato, a partire dalle attività d’indagine, è il potenziamento del personale e dei mezzi dei Corpi dello Stato, non ultimo l’aumento di personale della Polizia Penitenziaria. Il riferimento è alle piante organiche da rivalutare (“sono state definite in epoche di minore allarme sociale”) e al fatto che comunque sono scoperte per il 13 per cento. Pertanto, in attesa del riesame della distribuzione delle forze, e di un maggior numero di sedi distaccate sul territorio provinciale per garantire un più rapido intervento, per i sindaci “è necessario garantire il turn-over e la copertura di tutti i posti vacanti, nel quadro di un potenziamento generale delle misure di pubblica sicurezza, andando oltre i primi passi del Governo e dell’ultima legge di bilancio”.

L’altro tema indicato nel documento, perché particolarmente sentito dagli operatori e dall’opinione pubblica, è quello della certezza della pena, sia in termini di celerità della giustizia che di esecuzione ed efficacia dei provvedimenti. “Si chiede al Governo e al Parlamento – spiegano i sindaci - di intervenire sia sul versante normativo che su quello dei mezzi necessari al miglioramento dell’efficienza del sistema giudiziario e carcerario”.

La terza questione riguarda il fenomeno migratorio che, in particolare per profughi e richiedenti asilo, esige un’accelerazione delle azioni. “È certamente positivo che a seguito delle politiche del ministro Minniti si sia iniziato a porre un freno agli arrivi incontrollati e di massa – spiegano i sindaci - e che si stia tentando di invertire il rapporto con i Paesi di provenienza, ma restano problemi aperti che reclamano risposte più tempestive e innovative: bisogna accelerare i procedimenti di riconoscimento del diritto di asilo e contestualmente di rimpatrio, garantendo l’efficacia dei provvedimenti; è opportuno che la normativa sia ulteriormente adeguata per consentire l’impiego obbligatorio degli immigrati, in attesa di permesso o di espatrio, in lavori socialmente utili non retribuiti; è necessario garantire che nella fase di verifica gli ospiti rimangano sotto controllo e non vadano ad alimentare il fenomeno della clandestinità e, in questo contesto, realizzare i Centri di Permanenza per i Rimpatri previsti dal decreto 13/2017”.

Per la realizzazione a Modena – ha aggiunto Muzzarelli – è necessario prevedere “un’adeguata dotazione di personale delle forze dell’ordine, non deve essere spostato neanche un agente, si tratta di una risposta straordinaria a un problema straordinario che va affrontato con personale straordinario”.

Al quarto punto i sindaci ricordano come negli ultimi i Comuni abbiano fatto un grande sforzo per potenziare e meglio organizzare i corpi di Polizia municipale, per coordinare l’attività delle istituzioni (come nel caso del patto per Modena Città Sicura), per aumentare il sistema di videosorveglianza e per coinvolgere i cittadini, con gli assistenti civici, i gruppi di controllo di vicinato e l’educazione alla legalità e alla lotta antimafia. Tutto ciò è però accaduto in un contesto di riduzione delle risorse (“basti pensare a quelle del rinnovo del contratto”, ha spiegato Muzzarelli) e di vincoli burocratici crescenti. “Anche ai fini della promozione della legalità e della sicurezza – aggiungono i sindaci - è invece indispensabile una svolta nelle politiche a favore delle autonomie locali”.

Per i sindaci, infatti, nuove norme, effettivamente rispettose delle autonomie, e maggiori risorse servono “non solo per potenziare ulteriormente, ove necessario, i corpi della Pm, ma per investire sul recupero e la riqualificazione urbana, per potenziare i servizi sociali, per promuovere politiche d’integrazione e per contrastare ogni forma di degrado urbano e sociale”. Per i sindaci il “progetto periferie” si muove nella giusta direzione, “ma è opportuno che tutti i Comuni dispongano anche in questo caso di maggiore autonomia e più mezzi”.

Il documento si conclude sottolineando l’importanza di sviluppare tutte le potenzialità di collaborazione e coordinamento fra Stato ed Enti locali, come quelle previste dal Patto per Modena Sicura, “valorizzando e trasmettendo stimoli nuovi a consolidate politiche di cooperazione istituzionale, che vedono la realtà modenese da quasi un ventennio all’avanguardia nella sperimentazione e nella conseguente messa a sistema di azioni di prevenzione e contrasto”. A questo proposito, si citano le disposizioni per la promozione della sicurezza integrata (l’articolo 2 del decreto legge 20 febbraio 2017, n. 14, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 aprile 2017, n. 48) definendole “certamente importanti”, ma sottolineando che “devono essere seguite da una prassi coerente e ulteriormente sviluppate, in particolare nella direzione degli scambi informativi, del coordinamento, della collaborazione e della sinergia delle azioni fra i Corpi dello Stato e le Polizie municipali, nonché della organizzazione di servizi di prossimità”.

lascia il tuo commento ...
Loading ...
total quality srl - organizzazione direzionale e sistemi integrati qualità/ambiente/sicurezza
rassegna stampa
ritrovaci su facebook

Informativa sulla privacy - modenanoi.it

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito www.modenanoi.it in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un'informativa che è resa anche ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 - Codice in materia di protezione dei dati personali a coloro che interagiscono con i servizi del sito web www.modenanoi.it per la protezione dei dati personali, accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo: www.modenanoi.it.
L'informativa è resa solo per il sito web www.modenanoi.it e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall'utente tramite link.
L'informativa si ispira anche alla Raccomandazione n. 2/2001 che le autorità europee per la protezione dei dati personali, riunite nel Gruppo istituito dall'art. 29 della direttiva n. 95/46/CE , hanno adottato il 17 maggio 2001 per individuare alcuni requisiti minimi per la raccolta di dati personali on-line, e, in particolare, le modalità, i tempi e la natura delle informazioni che i titolari del trattamento devono fornire agli utenti quando questi si collegano a pagine web, indipendentemente dagli scopi del collegamento.
L'accesso al sito www.modenanoi.it presuppone il consenso alla raccolta e al trattamento dei dati personali, secondo le modalità descritte nella presente informativa sulla privacy.

IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili. Il "titolare" del loro trattamento è il legale rappresentante responsabile per la protezione dei dati personali: Rughetti Andrea - Castelfranco Emilia (MO) - Italia.

LUOGO DI TRATTAMENTO DEI DATI

I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso la predetta sede e sono curati solo da personale tecnico oppure da eventuali incaricati di occasionali operazioni di manutenzione. Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato o diffuso. I dati personali forniti dagli utenti che inoltrano richieste di invio di materiale informativo (bollettini, cd-rom, newsletter, relazioni annuali, risposte a quesiti, atti e provvedimenti, ecc.) sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta e sono comunicati a terzi nel solo caso in cui ciò sia a tal fine necessario.

TIPI DI DATI TRATTATI

Dati di navigazione. I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet. Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'utente. Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l'elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito: salva questa eventualità, allo stato i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Informativa sui cookie (Cookie Policy)

Al fine di rendere più comoda possibile la Sua visita al nostro sito web, per la presentazione del nostro assortimento di prodotti utilizziamo dei cookies. Si tratta di piccoli aggregati di testo registrati localmente nella memoria temporanea del Suo browser, e quindi nel Suo computer, per periodi di tempo variabili in funzione dell'esigenza e generalmente compresi tra poche ore e alcuni anni, con l'eccezione dei cookie di profilazione la cui durata massima è di 365 giorni solari.
Mediante i cookie è possibile registrare in modo semi-permanente informazioni relative alle Sue preferenze e altri dati tecnici che permettono una navigazione più agevole e una maggiore facilità d'uso e efficacia del sito stesso. Ad esempio, i cookies possono essere usati per determinare se è già stata effettuata una connessione fra il Suo computer e i nostri siti per evidenziare le novità o mantenere le informazioni di "login". A Sua garanzia, viene identificato solo il cookie memorizzato sul suo computer.

TIPOLOGIE DI COOKIE

Questo sito fa uso di tre diverse tipologie di cookie:

1. Cookie tecnici essenziali
Questi cookie sono necessari al corretto funzionamento del sito. Consentono la navigazione delle pagine, la condivisione dei nostri contenuti, la memorizzazione delle Sue credenziali di accesso per rendere più rapido l'ingresso nel sito e per mantenere attive le Sue preferenze e credenziali durante la navigazione. Senza questi cookie non potremmo fornire i servizi per i quali gli utenti accedono al sito.

2. Cookie statistici e prestazionali
Questi cookie ci permettono di sapere in che modo i visitatori utilizzano il sito, per poterne così valutare e migliorare il funzionamento e privilegiare la produzione di contenuti che meglio incontrano i bisogni informativi dei nostri utenti. Ad esempio, consentono di sapere quali sono le pagine più e meno frequentate. Tengono conto, tra le altre cose, del numero di visitatori, del tempo trascorso sul sito dalla media degli utenti e delle modalità di arrivo di questi. In questo modo, possiamo sapere che cosa funziona bene e che cosa migliorare, oltre ad assicurarci che le pagine si carichino velocemente e siano visualizzate correttamente. Tutte le informazioni raccolte da questi cookie sono anonime e non collegate ai dati personali dell'utente. Per eseguire queste funzioni nei nostri siti utilizziamo i servizi di terze parti che anonimizzano i dati rendendoli non riconducibili a singoli individui (cosiddetto "single-in"). Laddove siano presenti servizi non completamente anonimizzati, Lei li troverà elencati tra i cookie di terze parti per i quali è possibile negare il consenso, a garanzia della Sua privacy.

3. Cookie funzionali e di profilazione di terze parti
In questa categoria ricadono sia cookie erogati da soggetti partner di Modenannoi.it e ad essa noti, sia cookie erogati da soggetti terzi non direttamente controllati o controllabili da Modenanoi.it.
I cookie provenienti dai nostri partner consentono di offrire funzionalità avanzate, nonchè maggiori informazioni e funzioni personali. Ciò include la possibilità di condividere contenuti attraverso i social network e di accedere ai servizi di videostreaming. Tali servizi sono principalmente forniti da operatori esterni ingaggiati o consapevolmente integrati da Modenanoi.it. Se si dispone di un account o se si utilizzano i servizi di tali soggetti su altri siti Web, questi potrebbero essere in grado di sapere che l'utente ha visitato i nostri siti. L'utilizzo dei dati raccolti da questi operatori esterni tramite cookie è sottoposto alle rispettive politiche sulla privacy e pertanto si identificano tali cookie con i nomi dei rispettivi soggetti. Tra questi si annoverano i cookie registrati dai principali social network che Le consentono di condividere gli articoli dei nostri siti e di manifestare pubblicamente il gradimento per il nostro lavoro.
I cookie non provenienti da partner di Modenanoi.it, sono cookie veicolati senza il controllo di Modenanoi.it, da soggetti terzi che hanno modo di intercettare l'utente durante la sua navigazione anche al di fuori del sito Modenanoi.it. Questi cookie, tipicamente di profilazione, non sono direttamente controllabili da Modenanoi.it che non può quindi garantire in merito all'uso che i terzi titolari fanno delle informazioni raccolte.

GESTIONE DEI COOKIE

Nel caso in cui Lei abbia dubbi o preoccupazioni in merito all'utilizzo dei cookie Le è sempre possibile intervenire per impedirne l'impostazione e la lettura, ad esempio modificando le impostazioni sulla privacy all'interno del Suo browser al fine di bloccarne determinati tipi.

Poichè ciascun browser - e spesso diverse versioni dello stesso browser - differiscono anche sensibilmente le une dalle altre se preferisce agire autonomamente mediante le preferenze del Suo browser può trovare informazioni dettagliate sulla procedura necessaria nella guida del Suo browser. Per una panoramica delle modalità di azione per i browser più comuni, può visitare l'indirizzo www.cookiepedia.co.uk

Le società pubblicitarie consentono inoltre di rinunciare alla ricezione di annunci mirati, se lo si desidera. Ciò non impedisce l'impostazione dei cookie, ma interrompe l'utilizzo e la raccolta di alcuni dati da parte di tali società.

Per maggiori informazioni e possibilità di rinuncia, visitare l'indirizzo www.youronlinechoices.eu

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy di Modenanoi.it e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti nè utilizzati da Modenanoi.it fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità di cui ai siti citati nel paragrafo "Gestione dei cookie".