Cronaca » Dalla città

Sabato 25 Aprile 2020 - ore 13:29

Muzzarelli celebra il 25 aprile e guarda alla ripartenza (video)


Si è concluso con l’impegno a “onorare la memoria di chi ci ha dato la libertà” l’intervento del sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli in occasione di una celebrazione del 25 aprile caratterizzata da numerosi riferimenti all’attuale emergenza sanitaria. Sottolineando i valori di libertà e democrazia della lotta di Liberazione, per esempio, il sindaco ha ricordato l’impegno di 75 anni fa per la ricostruzione dopo la guerra e la sconfitta del nazifascismo e ha affermato: “Vogliamo tornare a guardare al futuro con speranza e coraggio, e ricordarci che una volta passata questa tempesta saremo chiamati e ricostruire un mondo più giusto, più equo, più sostenibile”.

La celebrazione non si è svolta come da tradizione in piazza Grande, ma nella sala consiliare del Municipio, in collegamento streaming sul sito del Comune e in diretta televisiva sull’emittente Trc. Prima il sindaco, insieme ad alcune autorità, ha partecipato alla messa in Duomo celebrata dall’arcivescovo Erio Castellucci, per poi svolgere l’omaggio al Sacrario della Ghirlandina, sempre con tutte le cautele da seguire contro la diffusione del Coronavirus.

In sala consiliare, alla sola presenza dei rappresentanti delle associazioni partigiane e con i consiglieri collegati da "remoto" in video-conferenza, sono intervenuti il presidente del Consiglio comunale Fabio Poggi, lo pneumologo al Policlinico di Modena Roberto Tonelli e il presidente della Fondazione San Carlo Giuliano Albarani. Il programma di tutte le manifestazioni è stato curato dal Comitato comunale per la storia e le memorie del Novecento.

L’intervento del sindaco si è aperto con l’appuntamento per festeggiare insieme in piazza il prossimo anno, ma “nel 75° della Liberazione abbiamo aderito all’appello dell’Anpi per celebrarlo distanti ma uniti”, ricordando che oggi è il giorno della vittoria contro i nazifascisti ed è il giorno della democrazia, che vince anche contro il virus (“stiamo attenti a teorizzare i benefici dei regimi autoritari”), che ha seminato lutti e stravolto la nostra economia. Ma ora “ribelliamoci alla paura – ha esortato Muzzarelli – è il tempo di una nuova reazione, distanti ma uniti, per riprendere il filo di un cammino di crescita” e trasformare ancora una volta “un dramma in un nuovo progetto per un mondo più giusto”.

Il sindaco ha poi invitato a non utilizzare a proposito del virus la “retorica di guerra, come spesso abbiamo sentito fare in questi giorni, perché è un linguaggio che porta necessariamente a cercare un nemico. E il rischio che corriamo in prospettiva è quello di cominciare a pensare agli ammalati come nemici, non come vittime, ma anche a tutte le altre persone, teoricamente portatrici di contagio, come nostri nemici... è una retorica che rappresenta un primo passo verso l'egoismo sociale”.

Un po’ come succede a livello internazionale rispetto all’Europa: “Il gioco dei sovranisti – ha spiegato Muzzarelli - ha mostrato il volto nascosto: chi dice di volere un'Europa diversa ma vuole un'Europa in cui ognuno è nemico dell'altro, in realtà vuole la fine dell'Unione, per tornare a quell'Europa in cui ci siamo fatti la guerra per secoli”. 

Dopo aver sottolineato, citando Calamandrei, che la Costituzione rappresenta una realtà ma anche “un programma, un ideale, una speranza, un impegno, un lavoro da compiere", il sindaco ha ribadito che “tutti noi siamo ancora impegnati per tenere vivi i valori della Resistenza”.  

Muzzarelli ha poi ricordato il presidente Mattarella e Papa Francesco, come due riferimenti importanti in questo periodo difficile, e subito dopo il sindaco della Liberazione Alfeo Corassori, il conferimento della Medaglia d’oro a Modena nel 1947 e il centenario della nascita di due personalità strettamente alla lotta di Liberazione e ai valori della Costituzione: Nilde Iotti, costituente e prima donna presidente della Camera, e il modenese Ermanno Gorrieri, comandante partigiano e politico impegnato sui emi dell’equità sociale. Esempi da seguire, ha affermato il sindaco, “non con la testa rivolta al passato ma con lo sguardo dritto al futuro, senza vivere di nostalgia, dando nuova vita a questi tempi”.

DOPO L’EMERGENZA “TORNEREMO LIBERI”

Gli interventi del presidente del Consiglio comunale Fabio Poggi, dello pneumologo Roberto Tonelli e del presidente del San Carlo Giuliano Albarani

Le celebrazioni della Festa della Liberazione sono state introdotte dal presidente del Consiglio Fabio Poggi che, dopo aver ricordato l’intervento del presidente nazionale onorario dell’Anpi Carlo Smuraglia, durante la seduta del Consiglio comunale del 22 aprile, ha sottolineato che “dobbiamo vivere questa festa non come celebranti, ma come apprendisti e artigiani, per capire come essere costruttori di una nuova Liberazione e di una rinnovata libertà”. E citando il monaco di Bose Guido Dotti, Poggi ha affermato come tutti noi, in questo tempo indeterminato della pandemia, possiamo essere artigiani di cura e di speranza: “Resistenza, nel 2020, vuol dire una nuova Liberazione che incomincia dall’aver cura dell’altro, del pianeta e di noi stessi con loro”.

Ha parlato di fiducia verso il futuro Roberto Tonelli, pneumologo del Policlinico di Modena, decisamente in “prima linea” sul fronte dell’emergenza: “Ogni giorno, al lavoro, confrontandomi con il dolore, la sofferenza e spesso la sconfitta c’è un pensiero cui mi impongo di non rinunciare. Per quanto sia drammatica la situazione, per quanto gravoso sia l’impatto di questa emergenza sanitaria, riusciremo a ritornare liberi. E lo faremo insieme”.

Dopo aver ricordato lo sforzo collettivo che si sta compiendo e il senso di comunità che rappresenta “un potente propulsore alla nostra speranza”, Tonelli ha affermato: “Il tempo che ci attende è incerto. Occorre iniziare a pensare di ricostruire una socialità con nuove regole e principi. Dovremo attingere alla nostra coscienza di cittadini per dare vita a forme inedite di quotidianità”.

I valori a cui ispirarsi, però, non saranno cosi lontani da quelli che motivarono durante la Resistenza “persone con ideologie e storie differenti, animati tuttavia da un‘energia unitaria protesa alla realizzazione di un’ideale democratico”. Per Tonelli, infatti, la “Liberazione ai giorni nostro passa necessariamente per una non dissimile presa di coscienza del proprio ruolo. E dell’importanza collettiva che ogni singolo ruolo ricopre. Nessuna deroga al personalismo, nessuna difesa dell’interesse singolo a scapito del bene comune, nessuna manifestazione di egoismo sarà compatibile con la nostra rinascita. Abbiamo un grande maestro che può guidarci in questo: il nostro passato”. Ora come allora, ha aggiunto il medico, siamo “chiamati ad onorare un senso di responsabilità verso la Storia che ci vede rinunciare all’interesse singolare per conseguire un ideale condiviso, la cui portata travalica il presente e si pone a fondamento del domani”.

Il presidente della Fondazione San Carlo Giuliano Albarani ha citato la similitudine tra la guerra di Liberazione e la “guerra” contro il Coronavirus per sottolineare come questo richiamo può avere un senso pensando alla ricostruzione, non tanto dal punto di vista storico, ma rendendoci conto che “tutte le società, nei momenti di difficoltà, come quello che stiamo vivendo, attingono al patrimonio della storia e delle memorie per cercare di trovare, di fronte ad un futuro incerto, anticorpi alla paura e al disorientamento”. Dall’esperienza della Resistenza e della Liberazione, quindi, rispetto al tempo del Covid 19, si può imparare che “tutti possono partecipare a uno sforzo di liberazione, da posizioni e con ruoli diversi” e anche che non ci si libera solo da un nemico esterno ma anche da un nemico interno, interiore, come rappresentava l’educazione fascista, per esempio, per ogni italiano.

Ma quell’esperienza – ha aggiunto Albarani – ci dice soprattutto che dopo i grandi traumi non è solo necessario “ricostruire”, ma anche possibile “costituire”, fondare nuovi modelli di sviluppo e di convivenza.

multimedia

25 aprile seduta straordinaria in Consiglio Comunale a Modena

lascia il tuo commento ...
Guarda ModenaNOI TV con i Player esterni per smartphone e tablet
*****************************************************
State ascoltando:

Loading ...

total quality srl - organizzazione direzionale e sistemi integrati qualità/ambiente/sicurezza
rassegna stampa
ritrovaci su facebook

Informativa sulla privacy - modenanoi.it

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito www.modenanoi.it in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un'informativa che è resa anche ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 - Codice in materia di protezione dei dati personali a coloro che interagiscono con i servizi del sito web www.modenanoi.it per la protezione dei dati personali, accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo: www.modenanoi.it.
L'informativa è resa solo per il sito web www.modenanoi.it e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall'utente tramite link.
L'informativa si ispira anche alla Raccomandazione n. 2/2001 che le autorità europee per la protezione dei dati personali, riunite nel Gruppo istituito dall'art. 29 della direttiva n. 95/46/CE , hanno adottato il 17 maggio 2001 per individuare alcuni requisiti minimi per la raccolta di dati personali on-line, e, in particolare, le modalità, i tempi e la natura delle informazioni che i titolari del trattamento devono fornire agli utenti quando questi si collegano a pagine web, indipendentemente dagli scopi del collegamento.
L'accesso al sito www.modenanoi.it presuppone il consenso alla raccolta e al trattamento dei dati personali, secondo le modalità descritte nella presente informativa sulla privacy.

IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili. Il "titolare" del loro trattamento è il legale rappresentante responsabile per la protezione dei dati personali: Rughetti Andrea - Castelfranco Emilia (MO) - Italia.

LUOGO DI TRATTAMENTO DEI DATI

I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso la predetta sede e sono curati solo da personale tecnico oppure da eventuali incaricati di occasionali operazioni di manutenzione. Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato o diffuso. I dati personali forniti dagli utenti che inoltrano richieste di invio di materiale informativo (bollettini, cd-rom, newsletter, relazioni annuali, risposte a quesiti, atti e provvedimenti, ecc.) sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta e sono comunicati a terzi nel solo caso in cui ciò sia a tal fine necessario.

TIPI DI DATI TRATTATI

Dati di navigazione. I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet. Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'utente. Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l'elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito: salva questa eventualità, allo stato i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Informativa sui cookie (Cookie Policy)

Al fine di rendere più comoda possibile la Sua visita al nostro sito web, per la presentazione del nostro assortimento di prodotti utilizziamo dei cookies. Si tratta di piccoli aggregati di testo registrati localmente nella memoria temporanea del Suo browser, e quindi nel Suo computer, per periodi di tempo variabili in funzione dell'esigenza e generalmente compresi tra poche ore e alcuni anni, con l'eccezione dei cookie di profilazione la cui durata massima è di 365 giorni solari.
Mediante i cookie è possibile registrare in modo semi-permanente informazioni relative alle Sue preferenze e altri dati tecnici che permettono una navigazione più agevole e una maggiore facilità d'uso e efficacia del sito stesso. Ad esempio, i cookies possono essere usati per determinare se è già stata effettuata una connessione fra il Suo computer e i nostri siti per evidenziare le novità o mantenere le informazioni di "login". A Sua garanzia, viene identificato solo il cookie memorizzato sul suo computer.

TIPOLOGIE DI COOKIE

Questo sito fa uso di tre diverse tipologie di cookie:

1. Cookie tecnici essenziali
Questi cookie sono necessari al corretto funzionamento del sito. Consentono la navigazione delle pagine, la condivisione dei nostri contenuti, la memorizzazione delle Sue credenziali di accesso per rendere più rapido l'ingresso nel sito e per mantenere attive le Sue preferenze e credenziali durante la navigazione. Senza questi cookie non potremmo fornire i servizi per i quali gli utenti accedono al sito.

2. Cookie statistici e prestazionali
Questi cookie ci permettono di sapere in che modo i visitatori utilizzano il sito, per poterne così valutare e migliorare il funzionamento e privilegiare la produzione di contenuti che meglio incontrano i bisogni informativi dei nostri utenti. Ad esempio, consentono di sapere quali sono le pagine più e meno frequentate. Tengono conto, tra le altre cose, del numero di visitatori, del tempo trascorso sul sito dalla media degli utenti e delle modalità di arrivo di questi. In questo modo, possiamo sapere che cosa funziona bene e che cosa migliorare, oltre ad assicurarci che le pagine si carichino velocemente e siano visualizzate correttamente. Tutte le informazioni raccolte da questi cookie sono anonime e non collegate ai dati personali dell'utente. Per eseguire queste funzioni nei nostri siti utilizziamo i servizi di terze parti che anonimizzano i dati rendendoli non riconducibili a singoli individui (cosiddetto "single-in"). Laddove siano presenti servizi non completamente anonimizzati, Lei li troverà elencati tra i cookie di terze parti per i quali è possibile negare il consenso, a garanzia della Sua privacy.

3. Cookie funzionali e di profilazione di terze parti
In questa categoria ricadono sia cookie erogati da soggetti partner di Modenannoi.it e ad essa noti, sia cookie erogati da soggetti terzi non direttamente controllati o controllabili da Modenanoi.it.
I cookie provenienti dai nostri partner consentono di offrire funzionalità avanzate, nonchè maggiori informazioni e funzioni personali. Ciò include la possibilità di condividere contenuti attraverso i social network e di accedere ai servizi di videostreaming. Tali servizi sono principalmente forniti da operatori esterni ingaggiati o consapevolmente integrati da Modenanoi.it. Se si dispone di un account o se si utilizzano i servizi di tali soggetti su altri siti Web, questi potrebbero essere in grado di sapere che l'utente ha visitato i nostri siti. L'utilizzo dei dati raccolti da questi operatori esterni tramite cookie è sottoposto alle rispettive politiche sulla privacy e pertanto si identificano tali cookie con i nomi dei rispettivi soggetti. Tra questi si annoverano i cookie registrati dai principali social network che Le consentono di condividere gli articoli dei nostri siti e di manifestare pubblicamente il gradimento per il nostro lavoro.
I cookie non provenienti da partner di Modenanoi.it, sono cookie veicolati senza il controllo di Modenanoi.it, da soggetti terzi che hanno modo di intercettare l'utente durante la sua navigazione anche al di fuori del sito Modenanoi.it. Questi cookie, tipicamente di profilazione, non sono direttamente controllabili da Modenanoi.it che non può quindi garantire in merito all'uso che i terzi titolari fanno delle informazioni raccolte.

GESTIONE DEI COOKIE

Nel caso in cui Lei abbia dubbi o preoccupazioni in merito all'utilizzo dei cookie Le è sempre possibile intervenire per impedirne l'impostazione e la lettura, ad esempio modificando le impostazioni sulla privacy all'interno del Suo browser al fine di bloccarne determinati tipi.

Poichè ciascun browser - e spesso diverse versioni dello stesso browser - differiscono anche sensibilmente le une dalle altre se preferisce agire autonomamente mediante le preferenze del Suo browser può trovare informazioni dettagliate sulla procedura necessaria nella guida del Suo browser. Per una panoramica delle modalità di azione per i browser più comuni, può visitare l'indirizzo www.cookiepedia.co.uk

Le società pubblicitarie consentono inoltre di rinunciare alla ricezione di annunci mirati, se lo si desidera. Ciò non impedisce l'impostazione dei cookie, ma interrompe l'utilizzo e la raccolta di alcuni dati da parte di tali società.

Per maggiori informazioni e possibilità di rinuncia, visitare l'indirizzo www.youronlinechoices.eu

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy di Modenanoi.it e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti nè utilizzati da Modenanoi.it fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità di cui ai siti citati nel paragrafo "Gestione dei cookie".