Cronaca » Cultura

Sabato 24 Novembre 2018 - ore 12:38

MUSEI CIVICI, DAGLI ANNI ‘60 ALL’EGITTO, IL PROGRAMMA DEL 2019 (video)

Nuove mostre, la prima già a dicembre sulle arti negli anni Sessanta a Modena e Reggio Emilia, studi, ricerche e operazioni culturali, iniziative, eventi, rassegne

Nuove mostre, la prima già a dicembre sulle arti negli anni Sessanta a Modena e Reggio Emilia, studi, ricerche e operazioni culturali, iniziative, eventi, rassegne.

Il programma delle attività dei Musei civici di Modena per il 2019 conferma il loro ruolo consolidato di mediazione tra ricerca e divulgazione, che interpretano proponendo alla città e ai visitatori linguaggi accessibili e contemporanei a pubblici diversi, dagli appassionati ai bambini, per coinvolgere e incuriosire.

Le principali mostre e iniziative che si svolgeranno sono state presentate giovedì 22 novembre a Palazzo dei Musei da Gianpietro Cavazza, vicesindaco di Modena e assessore alla Cultura, e da Francesca Piccinini, direttrice dei Musei civici, con Cristiana Zanasi, curatrice del Museo Archeologico Etnologico e Cristina Stefani, curatrice del Museo d'Arte.

Per le mostre, si parte il 16 dicembre con “Io sono una poesia. Parole sui muri e le arti tra Modena e Reggio Emilia negli anni Sessanta”: un’ampia selezione di opere, anche in collaborazione con Fondazione Modena Arti Visive e Musei Civici di Reggio Emilia, che offrono uno spaccato del vivace clima artistico e culturale di quegli anni con uno sguardo interdisciplinare che prosegue la precedente esperienza espositiva “Incubi e sogni di provincia”, dedicata agli Anni Cinquanta.

Il 16 febbraio inaugura “Storie d’Egitto. La riscoperta della raccolta egizia del Museo”, che valorizza con un progetto che coniuga discipline scientifiche e umanistiche, una raccolta formatasi a fine 800. Protagonista è una mummia di bambino che sarà svelata in collaborazione con UniMoRe attraverso un restauro al Teatro Anatomico. Per festivalfilosofia si restituirà un’identità alla mummia con tecnologie digitali, presentando la ricostruzione del volto eseguita grazie alla collaborazione fra l’antropologo Francesco Galassi e il designer 3D Cicero Moraes.

Per la Notte Europea dei Musei si presenta per la prima volta, con una esperienza immersiva fra atmosfere e suoni della foresta amazzonica, una raccolta etnologica che riunisce armi, ornamenti, utensili, abbigliamento degli Yanomami, popolo misterioso, rivelato al mondo occidentale all’inizio degli anni ’60

In occasione del festivalfilosofia dedicato al tema “persona”, i Musei ospitano una mostra dedicata al pittore di origini modenesi Oscar Sorgato, che operò nel clima artistico della Milano anni ’30. L’ interesse per il ritratto restituisce uno spaccato della piccola borghesia milanese che favorisce il collegamento col tema del festival.

In autunno si potranno incontrare ai Musei l’Omino coi baffi Bialetti, Toto e Tata, Nick Carter e altri, grazie ad accordi in via di definizione con eredi di disegnatori modenesi. È frutto di un accordo col collezionista modenese di arte contemporanea Giorgio Giusti, la mostra che ne valorizzerà le opere restituendo uno sguardo sul secondo ‘900 attraverso lavori di artisti come Chia, Man Ray, Rotella, Nanni Balestrini.

Un'ulteriore proposta espositiva vedrà collaborare in autunno i Musei, la Galleria Estense e Assicoop Modena&Ferrara sulla mostra “Anima e corpo. Condizioni sociali e culturali tra Ottocento e Novecento” che presenterà una selezione di opere dalle collezioni dei due istituti e dalla raccolta privata di Assicoop Modena, con attenzione ai modelli di rappresentazione del corpo e degli affetti nella società italiana dell’epoca.

Ritorneranno anche nel 2019 le rassegne Primavera e Autunno ai Musei, con approfondimenti sulle mostre in corso, aggiornamenti sulle ricerche, inediti abbinamenti fra arte, archeologia e teatro e musica, laboratori e animazioni per bimbi e famiglie, itinerari dentro e fuori Palazzo dei Musei, coerentemente con la vocazione di Musei della città e del territorio.

In primavera sono in programma visite ai tesori della Chiesa di Sant’Agostino, al Cimitero monumentale di San Cataldo e quello di Aldo Rossi, ricchi di interesse dal punto di vista della scultura tra 800 e 900 e dell’architettura degli anni ’60.

Le trasformazioni urbanistiche della città nel medioevo si presentano coniugando fonti archeologiche e informazioni sulla vita quotidiana nel libro di Cecilia Moine “La città invisibile”, mentre le acque di Mutina e Modena sono le protagoniste di un itinerario fra passato e presente realizzato in collaborazione con il gruppo Hera.

In calendario anche incontri sulle abilità degli artigiani etruschi e sull’opera grafica di Giuseppe Graziosi. Lo stretto rapporto fra i Musei, la città e il territorio è testimoniato anche dal costante impegno per la valorizzazione del Sito Unesco, (a ottobre torna Modena Patrimonio Mondiale Fest, del Parco archeologico NoviArk e del Parco della Terramara di Montale, con attività primaverili e autunnali e per la conservazione e tutela del patrimonio archeologico, con la redazione del quadro conoscitivo del nuovo Piano Urbanistico Generale della città di Modena.

I Musei civici di Modena hanno sede al terzo piano di Palazzo dei Musei in largo Sant’Agostino.

NON SOLO MOSTRE: RICERCA E ATTIVAZIONE DI RETI

Prima e dopo le esposizioni si svolge l’attività di studio relativa, in collaborazione con Università italiane ed estere. In città rapporti con istituti culturali e con tante associazioni

L'impegno dei Musei civici di Modena per il 2019 si concentra come sempre, oltre che sull’organizzazione di mostre, sulla ricerca, l'incremento dell'offerta per le scuole e l'estensione della rete di collaborazioni con istituzioni pubbliche e private.

Prima e dopo le mostre si svolge attività di studio, anche in collaborazione con Università italiane ed estere, rafforzando i rapporti e la dialettica tra discipline umanistiche e scientifiche che è parte del Dna dei Musei. In città l’attenzione è ai rapporti con istituti culturali e tante associazioni, culturali e non, con accordi di collaborazione e al fine di attivare e allargare il dialogo con pubblici diversi.

Proseguono le ricerche sulle Terramare modenesi in collaborazione con Sapienza – Università di Roma, con la quale è stata rinnovata la convenzione, con la prospettiva di prossime pubblicazioni ed esposizioni.  Nel 2019 si completeranno tre progetti di ricerca multidisciplinari sulle necropoli romane di Mutina in collaborazione col Dipartimento Storia Culture e civiltà dell’Università di Bologna.

È in corso il progetto “Da San Geminiano alla Cattedrale romanica” con l’obiettivo di definire le fasi costruttive della cattedrale tra tardoantico e alto medioevo, in rapporto all'evoluzione ambientale, demografica e urbanistica della città, che coinvolgerà le Università di Bologna e di Modena e Reggio Emilia.

Dopo le ricerche avviate per la mostra “L'idea di un principe. Il funeral teatro di Francesco I d'este”, con un accordo di programma con le Università di Bologna e di Modena e Reggio si approfondirà lo studio della genesi e delle dinamiche che portarono alla trasformazione barocca della chiesa, oggi comunale, di S. Agostino.

Grazie a una convenzione quinquennale, siglata nel novembre 2018, i Musei civici hanno avviato una collaborazione con il prestigioso Centro di conservazione e restauro della Venaria Reale di Torino che consentirà di sviluppare un programma di studio e restauro, comprensivo delle indagini e delle analisi ritenute necessarie, riguardante una selezione di opere appartenenti al patrimonio museale. Le opere selezionate costituiranno “casi di studio” per il corso di laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali gestito dal Centro in collaborazione con l’Università di Torino.

Vista l’esperienza museografica dei Musei Civici, proprietari della raccolta della civiltà contadina di Villa Sorra, il Comune di Bastiglia ha affidato loro  la progettazione e la cura del riallestimento del Museo della civiltà contadina. La fase progettuale è avviata, così come il recupero dei materiali danneggiati dall’alluvione del 2014, che avverrà con il contributo degli Amici del Corni.

Prosegue anche l’attività di schedatura digitalizzata del patrimonio dei Musei. Sono già state schedate e risultano consultabili sia dal sito internet dei Musei che dal portale dell’Istituto beni culturali della Regione numerose raccolte; attualmente l’intervento catalografico riguarda il monetiere storico e la raccolta di antichi strumenti scientifici. Si continuerà ad implementare l'archivio gestionale relativo al patrimonio del Museo civico d'Arte (fotografie e grafica).

Il Museo Archeologico in collaborazione col Ced (Centro elaborazione dati del Comune) ha creato un software per la gestione dei reperti conservati nelle sale espositive e nei depositi. Il sistema permette di inserire tutti i dati relativi a un singolo reperto o a un gruppo in associazione a immagini digitali. Il software è collegato alla carta archeologica ed è predisposto per la consultazione on line. Continua, infatti, l’attività dell’Ufficio carta archeologica che collabora attivamente con il Settore Pianificazione urbanistica comunale alla realizzazione del Pug (Piano Urbanistico Generale) attraverso la redazione del quadro conoscitivo dell’intero territorio comunale e dell’area urbana e alla revisione delle carte dei vincoli.

Il Museo civico d'Arte ha avviato studi e ricerche intorno alle opere acquisite nel 2018 grazie ad accordi stipulati anche con privati cittadini: dai burattini del fondo Maletti ai materiali relativi all'intensa attività del caricaturista Umberto Tirelli.

I Musei partecipano abitualmente a convegni su temi legati al patrimonio culturale, ai beni riconosciuti dall’Unesco, alla museografia, all’archeologia e alla storia dell’arte. Per il 2019 è già in programma la partecipazione al convegno internazionale “Vivere la preistoria negli Archaeological Open Air Museums”, promosso da Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria in collaborazione col Museo archeologico e la rete europea Exarc (Experimental archaeology), in occasione di TourismA, Salone dell’Archeologia e turismo culturale (Firenze, 23 febbraio 2019).

multimedia

Conferenza stampa presentazione mostre ai Musei Civici

lascia il tuo commento ...
Guarda ModenaNOI TV con i Player esterni per smartphone e tablet
*****************************************************
State ascoltando:

Loading ...

total quality srl - organizzazione direzionale e sistemi integrati qualità/ambiente/sicurezza
rassegna stampa
ritrovaci su facebook

Informativa sulla privacy - modenanoi.it

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito www.modenanoi.it in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un'informativa che è resa anche ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 - Codice in materia di protezione dei dati personali a coloro che interagiscono con i servizi del sito web www.modenanoi.it per la protezione dei dati personali, accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo: www.modenanoi.it.
L'informativa è resa solo per il sito web www.modenanoi.it e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall'utente tramite link.
L'informativa si ispira anche alla Raccomandazione n. 2/2001 che le autorità europee per la protezione dei dati personali, riunite nel Gruppo istituito dall'art. 29 della direttiva n. 95/46/CE , hanno adottato il 17 maggio 2001 per individuare alcuni requisiti minimi per la raccolta di dati personali on-line, e, in particolare, le modalità, i tempi e la natura delle informazioni che i titolari del trattamento devono fornire agli utenti quando questi si collegano a pagine web, indipendentemente dagli scopi del collegamento.
L'accesso al sito www.modenanoi.it presuppone il consenso alla raccolta e al trattamento dei dati personali, secondo le modalità descritte nella presente informativa sulla privacy.

IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili. Il "titolare" del loro trattamento è il legale rappresentante responsabile per la protezione dei dati personali: Rughetti Andrea - Castelfranco Emilia (MO) - Italia.

LUOGO DI TRATTAMENTO DEI DATI

I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso la predetta sede e sono curati solo da personale tecnico oppure da eventuali incaricati di occasionali operazioni di manutenzione. Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato o diffuso. I dati personali forniti dagli utenti che inoltrano richieste di invio di materiale informativo (bollettini, cd-rom, newsletter, relazioni annuali, risposte a quesiti, atti e provvedimenti, ecc.) sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta e sono comunicati a terzi nel solo caso in cui ciò sia a tal fine necessario.

TIPI DI DATI TRATTATI

Dati di navigazione. I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet. Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'utente. Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l'elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito: salva questa eventualità, allo stato i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Informativa sui cookie (Cookie Policy)

Al fine di rendere più comoda possibile la Sua visita al nostro sito web, per la presentazione del nostro assortimento di prodotti utilizziamo dei cookies. Si tratta di piccoli aggregati di testo registrati localmente nella memoria temporanea del Suo browser, e quindi nel Suo computer, per periodi di tempo variabili in funzione dell'esigenza e generalmente compresi tra poche ore e alcuni anni, con l'eccezione dei cookie di profilazione la cui durata massima è di 365 giorni solari.
Mediante i cookie è possibile registrare in modo semi-permanente informazioni relative alle Sue preferenze e altri dati tecnici che permettono una navigazione più agevole e una maggiore facilità d'uso e efficacia del sito stesso. Ad esempio, i cookies possono essere usati per determinare se è già stata effettuata una connessione fra il Suo computer e i nostri siti per evidenziare le novità o mantenere le informazioni di "login". A Sua garanzia, viene identificato solo il cookie memorizzato sul suo computer.

TIPOLOGIE DI COOKIE

Questo sito fa uso di tre diverse tipologie di cookie:

1. Cookie tecnici essenziali
Questi cookie sono necessari al corretto funzionamento del sito. Consentono la navigazione delle pagine, la condivisione dei nostri contenuti, la memorizzazione delle Sue credenziali di accesso per rendere più rapido l'ingresso nel sito e per mantenere attive le Sue preferenze e credenziali durante la navigazione. Senza questi cookie non potremmo fornire i servizi per i quali gli utenti accedono al sito.

2. Cookie statistici e prestazionali
Questi cookie ci permettono di sapere in che modo i visitatori utilizzano il sito, per poterne così valutare e migliorare il funzionamento e privilegiare la produzione di contenuti che meglio incontrano i bisogni informativi dei nostri utenti. Ad esempio, consentono di sapere quali sono le pagine più e meno frequentate. Tengono conto, tra le altre cose, del numero di visitatori, del tempo trascorso sul sito dalla media degli utenti e delle modalità di arrivo di questi. In questo modo, possiamo sapere che cosa funziona bene e che cosa migliorare, oltre ad assicurarci che le pagine si carichino velocemente e siano visualizzate correttamente. Tutte le informazioni raccolte da questi cookie sono anonime e non collegate ai dati personali dell'utente. Per eseguire queste funzioni nei nostri siti utilizziamo i servizi di terze parti che anonimizzano i dati rendendoli non riconducibili a singoli individui (cosiddetto "single-in"). Laddove siano presenti servizi non completamente anonimizzati, Lei li troverà elencati tra i cookie di terze parti per i quali è possibile negare il consenso, a garanzia della Sua privacy.

3. Cookie funzionali e di profilazione di terze parti
In questa categoria ricadono sia cookie erogati da soggetti partner di Modenannoi.it e ad essa noti, sia cookie erogati da soggetti terzi non direttamente controllati o controllabili da Modenanoi.it.
I cookie provenienti dai nostri partner consentono di offrire funzionalità avanzate, nonchè maggiori informazioni e funzioni personali. Ciò include la possibilità di condividere contenuti attraverso i social network e di accedere ai servizi di videostreaming. Tali servizi sono principalmente forniti da operatori esterni ingaggiati o consapevolmente integrati da Modenanoi.it. Se si dispone di un account o se si utilizzano i servizi di tali soggetti su altri siti Web, questi potrebbero essere in grado di sapere che l'utente ha visitato i nostri siti. L'utilizzo dei dati raccolti da questi operatori esterni tramite cookie è sottoposto alle rispettive politiche sulla privacy e pertanto si identificano tali cookie con i nomi dei rispettivi soggetti. Tra questi si annoverano i cookie registrati dai principali social network che Le consentono di condividere gli articoli dei nostri siti e di manifestare pubblicamente il gradimento per il nostro lavoro.
I cookie non provenienti da partner di Modenanoi.it, sono cookie veicolati senza il controllo di Modenanoi.it, da soggetti terzi che hanno modo di intercettare l'utente durante la sua navigazione anche al di fuori del sito Modenanoi.it. Questi cookie, tipicamente di profilazione, non sono direttamente controllabili da Modenanoi.it che non può quindi garantire in merito all'uso che i terzi titolari fanno delle informazioni raccolte.

GESTIONE DEI COOKIE

Nel caso in cui Lei abbia dubbi o preoccupazioni in merito all'utilizzo dei cookie Le è sempre possibile intervenire per impedirne l'impostazione e la lettura, ad esempio modificando le impostazioni sulla privacy all'interno del Suo browser al fine di bloccarne determinati tipi.

Poichè ciascun browser - e spesso diverse versioni dello stesso browser - differiscono anche sensibilmente le une dalle altre se preferisce agire autonomamente mediante le preferenze del Suo browser può trovare informazioni dettagliate sulla procedura necessaria nella guida del Suo browser. Per una panoramica delle modalità di azione per i browser più comuni, può visitare l'indirizzo www.cookiepedia.co.uk

Le società pubblicitarie consentono inoltre di rinunciare alla ricezione di annunci mirati, se lo si desidera. Ciò non impedisce l'impostazione dei cookie, ma interrompe l'utilizzo e la raccolta di alcuni dati da parte di tali società.

Per maggiori informazioni e possibilità di rinuncia, visitare l'indirizzo www.youronlinechoices.eu

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy di Modenanoi.it e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti nè utilizzati da Modenanoi.it fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità di cui ai siti citati nel paragrafo "Gestione dei cookie".