Cronaca » Cultura

Giovedì 13 Aprile 2017 - ore 14:13

'Il Dondolo', la casa editrice digitale da Comune e biblioteche (video)

Diretta da Beppe Cottafavi. Al via con e-book inediti di Bellei, Berselli, Siti e Santagata, Calabrese. Cover d’artista di Capucci, Chiesi,Vaccari, Zamoc.

Modena, tra le prime in Italia, dà vita a una casa editrice digitale “civica”, progetto di Comune e biblioteche comunali sviluppato in collaborazione con Beppe Cottafavi - editor, direttore e ideatore - che coinvolge la più importante piattaforma per il prestito digitale (Mlol, 5mila biblioteche collegate e milioni di utenti potenziali).

Si chiama “Il dondolo” come la seduta di design esposta al Moma a New York, al Centre Pompidou a Parigi e al Victoria and Albert Museum a Londra, dei modenesi Franca Stagi e Cesare Leonardi a cui la Galleria Civica sta per dedicare una mostra.

“Il dondolo” pubblica libri digitali, storie fatte di parole e anche di disegni, autori affermati ed esordienti di talento. Scaricare gli e-book del “dondolo” non costa niente. Gli autori cedono gratuitamente i diritti per l’online e sono liberi di trovare un editore per l’eventuale pubblicazione in cartaceo. La nuova casa editrice digitale parte dalla pubblicazione di quattro e-book, scritture inedite di modenesi con copertine disegnate da artisti modenesi. Sono già disponibili: “Amici Nemici” di Marco Santagata e Walter Siti (premi Campiello e Strega) con copertina di Luca Zamoc; “Posso giocare anch’io? James Bond a Campogalliano”, di Edmondo Berselli (del quale proprio l’11 aprile ricorreva l’anniversario della morte avvenuta nel 2010), copertina di Wainer Vaccari; “T-Trinz. Bastardi al Grandemilia” di Alessandro Calabrese (finalista al Premio Calvino 2016), cover di Andrea Chiesi; “Oriele e la Fabbrica del tabacco” di Elena Bellei, copertina di Andrea Capucci.

“Il dondolo” è stato presentato mercoledì 12 aprile, alla Biblioteca Delfini dall’assessore alla Cultura Gianpietro Cavazza, da Debora Dameri responsabile delle biblioteche Comunali, dal direttore Beppe Cottafavi, da Giulio Blasi, ad di Mlol, piattaforma digitale che gestisce produzione e diffusione sul web delle pubblicazioni del “dondolo”. Il digitale è la nuova frontiera dei servizi bibliotecari - ha detto Cavazza - e questo progetto del Comune e delle Biblioteche di Modena punta sul digitale quale nuovo canale di promozione della lettura e della produzione editoriale. Ma fa anche molto di più: coinvolge intelligenze e mette in circolo idee ed energie presenti in città”. Citando il coinvolgimento a titolo gratuito anche dei creativi di Sartoria Comunicazione (visual e art direction), Beppe Cottafavi ha sottolineato che “Modena, come mostra ‘Il dondolo’, è anche città degli scrittori. E degli artisti. E ‘Il dondolo’ - ha aggiunto - è il luogo ideale per leggere, per pensare, per fare dondolare le idee. Una chaise longue rock, un segno dell’intelligenza e del saper fare dei modenesi”. Eugenio Tangerini, responsabile relazioni esterne di BPER Banca, ha invece evidenziato che “con il sostegno a "Il dondolo", dopo il successo degli incontri al Forum Monzani, la banca conferma la scelta di promuovere cultura, diffondendo con modalità innovative l'interesse per la lettura nel pubblico di ogni età”.

Il programma editoriale del “dondolo” intanto ha già in cantiere diverse iniziative e sorprese che amplieranno il campo del pubblicato anche a generi come graphic novel, saggi, biografie. La nuova casa editrice digitale “civica” di Modena sarà presentata il 23 aprile in un incontro nel programma del nuovo salone del libro di Milano “Tempo di libri”.

I PRIMI 4 E-BOOK DEL “DONDOLO”

Da “Amici Nemici” di Siti e Santagata a Edmondo Berselli con 007 a Campogalliano

“Amici Nemici” di Marco Santagata e Walter Siti (premi Campiello e Strega) con copertina di Luca Zamoc; “Posso giocare anch’io? James Bond a Campogalliano”, di Edmondo Berselli, copertina di Wainer Vaccari; “T-Trinz. Bastardi al Grandemilia” di Alessandro Calabrese (in gara per il Premio Calvino), cover di Andrea Chiesi; “Oriele e la Fabbrica del tabacco” di Elena Bellei, copertina di Andrea Capucci. Sono quattro i primi e-book scaricabili dal sito web del “dondolo” (www.comune.modena.it/ildondolo), casa editrice digitale “civica” di Comune e biblioteche comunali di Modena sviluppata su Mlol, la più importante piattaforma per il prestito digitale, grazie anche al sostegno di BPER Banca, main sponsor.

Sul sito internet le presentazioni dei testi, le biografie degli autori e degli artisti titolo per titolo, con spazi anche per video e news tra cui l’annuncio delle iniziative di presentazione pubblica con gli autori di volta in volta pubblicati.

“Amici nemici” di Marco Santagata e Walter Siti, copertina di Luca Zamoc, racconta due vite parallele di studio e di scrittura di due grandi intellettuali modenesi. Un premio Campiello e uno Strega. La loro formazione a Modena al liceo Muratori, l’esperienza a Pisa alla scuola Normale. Un doppio racconto di formazione. Allo specchio. Questo è il primo loro lavoro firmato insieme.

“Oriele e la fabbrica del tabacco”, di Elena Bellei, copertina di Andrea Capucci. Oriele è operaia alla Regia Manifattura Tabacchi di Modena, dove si entra solo col certificato di miseria e la raccomandazione di un qualche notabile della città. Ha studiato fino alla terza elementare e campa tutti in famiglia: la madre vedova e i fratelli. Dopo dieci ore di lavoro ad arrotolare sigari, col tabacco fermentato sulla pancia, lavora in campagna e governa le bestie. Teresa, la Bruna, Argìa, Elide, Angiolina e le altre, come lei sottoposte a una dura disciplina di fabbrica, condividono fatiche e umiliazioni, ironia e buonumore, e infine il coraggio della rivolta. Il solo che abbia a cuore le sorti delle sigaraie è il dottor Rolando Silvestri, di famiglia borghese, animato dalla fede nel progresso della scienza e della società. Le visita gratis nell’ambulatorio ricavato da un piccolo teatro dismesso e compie ricerche sui topi per dimostrare il legame tra i vapori tossici della fabbrica e il tasso altissimo di aborti. Per dare voce ai corpi inascoltati delle donne, e ai loro figli indeboliti dal latte insalubre del seno materno, si troverà solo contro tutti. Due storie che corrono parallele e si incrociano in un’unica vicenda di riscatto umano e sociale. Sullo sfondo il ventennio fascista con la sua politica maschia e la retorica della (madre) patria.

“Posso giocare anch’io?” di Edmondo Berselli con copertina di Wainer Vaccari è l’unica prova narrativa di Edmondo Berselli (del quale proprio l’11 aprile ricorreva l’anniversario della morte avvenuta nel 2010). Stracult. C’è James Bond, 007, che arriva a Campogalliano, freddo umido e nebbia, nella piazza divisa tra il bar della parrocchia, quello dei comunisti e quello dei laici, socialisti, liberali, saragattiani. Siamo a metà anni Cinquanta, atmosfera guareschiana, ironia e acume berselliano. E nell’aprile '45, in missione per conto dei servizi, Bond lì c’era già stato.

“T-Trinz. Bastardi al Grandemilia” di Alessandro Calabrese, copertina di Andrea Chiesi. I membri della compagnia del Biondo non hanno neanche vent'anni. Giocano a fare i vandali, si mettono nei guai. Si picchiano tra di loro, si picchiano sul campo da rugby. Vanno anche a scuola, ma studiano poco. Qualche volta s'innamorano. E poi, si sa, ogni banda ha i suoi nemici. I nemici del Biondo sono i Punk. Una festa, il tradimento di un amico e una pistola bastano a far precipitare la situazione, a meno che qualcuno non sia capace di ristabilire l'ordine. Ma qui le leggi della società non importano a nessuno. Le regole sono di chi le inventa. L’azione si svolge al T-Trinz, un edificio abbandonato, ex deposito degli autobus, che l’amministrazione locale non ha immesso, per incuria, nei suoi programmi di riqualificazione ambientale e urbana. Lasciato andare in malora, è la roccaforte della compagnia del Biondo, l’unico liceale del gruppo, al quale deve il suo nome: T, per Thanatos, è la loro iniziale, un capriccio classicheggiante e Trinz sta per “tranquillo” o “stai sereno” nel gergo dei giovani dei dintorni. Insomma T-Trinz è la vera casa dei Thanatos, lontano dal controllo delle loro famiglie spesso disfunzionali, un luogo dove possono rilassarsi. A modo loro.

multimedia

Intervista Gianpietro Cavazza, Assessore alla Cultura

Il Dondolo Biblioteca digitale. Conferenza stampa

lascia il tuo commento ...
Loading ...
total quality srl - organizzazione direzionale e sistemi integrati qualità/ambiente/sicurezza
rassegna stampa
ritrovaci su facebook

Informativa sulla privacy - modenanoi.it

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito www.modenanoi.it in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un'informativa che è resa anche ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 - Codice in materia di protezione dei dati personali a coloro che interagiscono con i servizi del sito web www.modenanoi.it per la protezione dei dati personali, accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo: www.modenanoi.it.
L'informativa è resa solo per il sito web www.modenanoi.it e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall'utente tramite link.
L'informativa si ispira anche alla Raccomandazione n. 2/2001 che le autorità europee per la protezione dei dati personali, riunite nel Gruppo istituito dall'art. 29 della direttiva n. 95/46/CE , hanno adottato il 17 maggio 2001 per individuare alcuni requisiti minimi per la raccolta di dati personali on-line, e, in particolare, le modalità, i tempi e la natura delle informazioni che i titolari del trattamento devono fornire agli utenti quando questi si collegano a pagine web, indipendentemente dagli scopi del collegamento.
L'accesso al sito www.modenanoi.it presuppone il consenso alla raccolta e al trattamento dei dati personali, secondo le modalità descritte nella presente informativa sulla privacy.

IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili. Il "titolare" del loro trattamento è il legale rappresentante responsabile per la protezione dei dati personali: Rughetti Andrea - Castelfranco Emilia (MO) - Italia.

LUOGO DI TRATTAMENTO DEI DATI

I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso la predetta sede e sono curati solo da personale tecnico oppure da eventuali incaricati di occasionali operazioni di manutenzione. Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato o diffuso. I dati personali forniti dagli utenti che inoltrano richieste di invio di materiale informativo (bollettini, cd-rom, newsletter, relazioni annuali, risposte a quesiti, atti e provvedimenti, ecc.) sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta e sono comunicati a terzi nel solo caso in cui ciò sia a tal fine necessario.

TIPI DI DATI TRATTATI

Dati di navigazione. I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet. Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'utente. Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l'elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito: salva questa eventualità, allo stato i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Informativa sui cookie (Cookie Policy)

Al fine di rendere più comoda possibile la Sua visita al nostro sito web, per la presentazione del nostro assortimento di prodotti utilizziamo dei cookies. Si tratta di piccoli aggregati di testo registrati localmente nella memoria temporanea del Suo browser, e quindi nel Suo computer, per periodi di tempo variabili in funzione dell'esigenza e generalmente compresi tra poche ore e alcuni anni, con l'eccezione dei cookie di profilazione la cui durata massima è di 365 giorni solari.
Mediante i cookie è possibile registrare in modo semi-permanente informazioni relative alle Sue preferenze e altri dati tecnici che permettono una navigazione più agevole e una maggiore facilità d'uso e efficacia del sito stesso. Ad esempio, i cookies possono essere usati per determinare se è già stata effettuata una connessione fra il Suo computer e i nostri siti per evidenziare le novità o mantenere le informazioni di "login". A Sua garanzia, viene identificato solo il cookie memorizzato sul suo computer.

TIPOLOGIE DI COOKIE

Questo sito fa uso di tre diverse tipologie di cookie:

1. Cookie tecnici essenziali
Questi cookie sono necessari al corretto funzionamento del sito. Consentono la navigazione delle pagine, la condivisione dei nostri contenuti, la memorizzazione delle Sue credenziali di accesso per rendere più rapido l'ingresso nel sito e per mantenere attive le Sue preferenze e credenziali durante la navigazione. Senza questi cookie non potremmo fornire i servizi per i quali gli utenti accedono al sito.

2. Cookie statistici e prestazionali
Questi cookie ci permettono di sapere in che modo i visitatori utilizzano il sito, per poterne così valutare e migliorare il funzionamento e privilegiare la produzione di contenuti che meglio incontrano i bisogni informativi dei nostri utenti. Ad esempio, consentono di sapere quali sono le pagine più e meno frequentate. Tengono conto, tra le altre cose, del numero di visitatori, del tempo trascorso sul sito dalla media degli utenti e delle modalità di arrivo di questi. In questo modo, possiamo sapere che cosa funziona bene e che cosa migliorare, oltre ad assicurarci che le pagine si carichino velocemente e siano visualizzate correttamente. Tutte le informazioni raccolte da questi cookie sono anonime e non collegate ai dati personali dell'utente. Per eseguire queste funzioni nei nostri siti utilizziamo i servizi di terze parti che anonimizzano i dati rendendoli non riconducibili a singoli individui (cosiddetto "single-in"). Laddove siano presenti servizi non completamente anonimizzati, Lei li troverà elencati tra i cookie di terze parti per i quali è possibile negare il consenso, a garanzia della Sua privacy.

3. Cookie funzionali e di profilazione di terze parti
In questa categoria ricadono sia cookie erogati da soggetti partner di Modenannoi.it e ad essa noti, sia cookie erogati da soggetti terzi non direttamente controllati o controllabili da Modenanoi.it.
I cookie provenienti dai nostri partner consentono di offrire funzionalità avanzate, nonchè maggiori informazioni e funzioni personali. Ciò include la possibilità di condividere contenuti attraverso i social network e di accedere ai servizi di videostreaming. Tali servizi sono principalmente forniti da operatori esterni ingaggiati o consapevolmente integrati da Modenanoi.it. Se si dispone di un account o se si utilizzano i servizi di tali soggetti su altri siti Web, questi potrebbero essere in grado di sapere che l'utente ha visitato i nostri siti. L'utilizzo dei dati raccolti da questi operatori esterni tramite cookie è sottoposto alle rispettive politiche sulla privacy e pertanto si identificano tali cookie con i nomi dei rispettivi soggetti. Tra questi si annoverano i cookie registrati dai principali social network che Le consentono di condividere gli articoli dei nostri siti e di manifestare pubblicamente il gradimento per il nostro lavoro.
I cookie non provenienti da partner di Modenanoi.it, sono cookie veicolati senza il controllo di Modenanoi.it, da soggetti terzi che hanno modo di intercettare l'utente durante la sua navigazione anche al di fuori del sito Modenanoi.it. Questi cookie, tipicamente di profilazione, non sono direttamente controllabili da Modenanoi.it che non può quindi garantire in merito all'uso che i terzi titolari fanno delle informazioni raccolte.

GESTIONE DEI COOKIE

Nel caso in cui Lei abbia dubbi o preoccupazioni in merito all'utilizzo dei cookie Le è sempre possibile intervenire per impedirne l'impostazione e la lettura, ad esempio modificando le impostazioni sulla privacy all'interno del Suo browser al fine di bloccarne determinati tipi.

Poichè ciascun browser - e spesso diverse versioni dello stesso browser - differiscono anche sensibilmente le une dalle altre se preferisce agire autonomamente mediante le preferenze del Suo browser può trovare informazioni dettagliate sulla procedura necessaria nella guida del Suo browser. Per una panoramica delle modalità di azione per i browser più comuni, può visitare l'indirizzo www.cookiepedia.co.uk

Le società pubblicitarie consentono inoltre di rinunciare alla ricezione di annunci mirati, se lo si desidera. Ciò non impedisce l'impostazione dei cookie, ma interrompe l'utilizzo e la raccolta di alcuni dati da parte di tali società.

Per maggiori informazioni e possibilità di rinuncia, visitare l'indirizzo www.youronlinechoices.eu

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy di Modenanoi.it e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti nè utilizzati da Modenanoi.it fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità di cui ai siti citati nel paragrafo "Gestione dei cookie".