Cronaca » Politica

Martedì 05 Giugno 2018 - ore 18:09

Dal Consiglio Comunale / Solidarietà al presidente Mattarella

“Gravi e infondate le accuse di aver abusato del potere attribuitogli dalla Costituzione”. Sì unanime all’odg di Pd e Art.1-Mdp-Per me Modena. Il M5s non partecipa al voto.

“Solidarietà e sostegno al presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel difficile e delicato compito della formazione del nuovo Governo, nel pieno rispetto dello spirito e della lettera della Costituzione”. Lo ha espresso il Consiglio comunale di Modena approvando, nella seduta di lunedì 4 giugno, l’ordine del giorno promosso dalla maggioranza, primi firmatari i capigruppo Fabio Poggi e Paolo Trande, e approvato con il voto unanime di Pd, Art.1-Mdp-Per me Modena, FI, Idea-PeL, CambiaModena, mentre il Movimento 5 stelle non ha partecipato al voto.

Nel presentare l’ordine del giorno il capogruppo del Pd Fabio Poggi ha sottolineato la volontà di “escludere l’oggetto dell’ordine del giorno da qualsiasi polemica politica di parte” e l’importanza che “un’istituzione come il Consiglio comunale ci sia il massimo impegno a richiamare al rispetto di tutte le istituzioni”.

L’ordine del giorno prosegue “riconoscendo e rispettando il diritto di critica delle scelte della Presidenza della Repubblica” ma respingendo “come gravi e infondate le accuse rivolte al Presidente di avere abusato del potere che la Costituzione gli assegna, laddove essa prescrive che, oltre a rappresentare l’unità nazionale e presidiare il corretto funzionamento delle istituzioni, il Presidente della Repubblica, come recita l’articolo 92, nomina il Presidente del Consiglio dei Ministri e, su proposta di questo, i ministri”. Il documento prende atto che i propositi di mettere il Presidente in stato di accusa sono rientrati e auspica che “simili polemiche, che colpiscono le istituzioni e il loro corretto funzionamento, non abbiano a ripetersi”, invitando infine tutti i partiti politici al rispetto dei principi costituzionali e in particolare dell’articolo 1 della Costituzione che sancisce che “l’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”.

IL DIBATTITO IN CONSIGLIO COMUNALE

Sostegno al Presidente “che ha agito nell’ambito delle sue prerogative costituzionali”. FI: “Anche se ha commesso errori”. Per il M5s l’odg “è superato”

Il Consiglio comunale di Modena ha approvato, nella seduta di lunedì 4 giugno un ordine del giorno per esprimere “solidarietà e sostegno al presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel difficile e delicato compito della formazione del nuovo Governo, nel pieno rispetto dello spirito e della lettera della Costituzione”. Il documento, promosso dalla maggioranza, primi firmatari i capigruppo Fabio Poggi e Paolo Trande, è stato approvato con il voto unanime di Pd, Art.1-Mdp-Per me Modena, FI, Idea-PeL, CambiaModena, mentre il Movimento 5 stelle non ha partecipato al voto.

Marco Rabboni, M5s, ha motivato la volontà di non partecipare al voto affermando che l’ordine del giorno “è superato dagli eventi e non aggiunge nulla alle questioni di competenza del Consiglio”. Secondo il consigliere, inoltre, “costituzionalisti esperti hanno messo seriamente in discussione il comportamento del Presidente e appare chiaro come egli si sia mosso ai confini del dettato costituzionale che non gli impedisce di porre un veto ma sembra escludere che possa farlo per motivi politici. Data la situazione, è auspicabile ma irrealistico – ha proseguito – pensare che non ci siano polemiche; tra l’altro abbiamo avuto un parlamento eletto con legge riconosciuta incostituzionale e questo non ha certo aiutato a rasserenare gli animi e che non ha sempre manifestato quel rispetto della Costituzione che viene richiesto dall’ordine del giorno e che condividiamo debba essere mostrato da tutti e in tutte le situazioni”.

Aprendo il dibattito per Art.1-Mdp-Per me Modena, Paolo Trande ha dichiarato che, anche se “la crisi istituzionale e democratica è stata superata è importante ricordare che proprio la nascita del Governo dimostra che il Presidente non si è mai opposto alla sua formazione e che, anzi, si è mosso nel pieno rispetto delle sue prerogative costituzionali. La Costituzione – ha sottolineato – prevede una valutazione politica da parte del Presidente che si può liberamente non condividere, è legittimo e anche per certi versi auspicabile, ma non c’entra nulla con la messa in stato di accusa”. Domenico Campana ha definito “sconcertante” la richiesta di impeachment per il Presidente, “lanciata con un’incoscienza pari alla palese mancanza di comprensione di ciò di cui si parlava. Alla fine però la politica è tornata ed è stato sventato il pericolo di svuotamento delle istituzioni. Io penso – ha aggiunto – che ci sia un margine di critica al comportamento di Mattarella, soprattutto in termini temporali, ma i soggetti che si sono mossi su quella scena hanno dato prova di analfabetismo costituzionale e la Costituzione è la cornice entro la quale il conflitto, per quanto aspro, deve rimanere. Con assunzione di responsabilità sia da parte di chi governa che da parte dell’opposizione”.

Per Adolfo Morandi, FI, “l’atteggiamento, principalmente di Di Maio, è stato dettato da incompetenza, non conoscenza della Costituzione e arroganza politica. Poi – ha proseguito – i mercati si sono mossi e qualcuno deve aver avvisato sia lui che Salvini che la situazione avrebbe potuto degenerare creando gravi difficoltà ai cittadini e che entrambi sarebbero stati indicati come responsabili e questo li ha fatti tornare sui propri passi ammettendo qualche errore”. Errori che però per il consigliere ha commesso anche Mattarella (“che avrebbe dovuto dare la possibilità alla coalizione di centro destra, che ha avuto più voti, di provare a formare un governo”) anche se con Di Maio e Salvini “si è mosso in modo oggettivamente corretto”. Annunciando il voto a favore, “perché il rispetto per il ruolo del presidente e per le istituzioni dovrebbe essere condiviso e superare le contingenze politiche immediate”, Andrea Galli ha affermato che il presidente Mattarella ha commesso “l’errore gravissimo di non capire che aveva davanti due ragazzacci che non riconoscevano al suo ruolo quel rispetto che nel passato era scontato. Ma Mattarella – ha aggiunto – ha sbagliato anche a rifiutare il ministro Savona, perché un governo che si presenta al Parlamento ha il diritto di indicare i propri uomini. D’altra parte un politico responsabile, e Di Maio non lo è stato, avrebbe dovuto capire che il suo personale obiettivo politico doveva passare in secondo piano, invece i due ragazzacci hanno creato una tempesta perfetta, arrivando a invocare marce su Roma e suscitando un odio che potrebbe non essere facile far rientrare”.

Anche Luigia Santoro, Idea-PeL, ha affermato che il Presidente “ha esercitato le sue prerogative costituzionali. Indipendentemente dalla condivisione delle sue idee, al capo dello Stato va il massimo rispetto e si dovrebbe usare maggiore prudenza prima di minacciare un atto grave come l’impeachment quando non ci sono i presupposti”.  

Per il Pd, Antonio Carpentieri si è soffermato sulla responsabilità dei politici, “che dovrebbero dare l’esempio e portare calma e riflessione su temi così delicati”. Il consigliere si è augurato che dal Consiglio “possa uscire un messaggio univoco e chiaro: che un’assemblea composta da persone molto diverse si riconosce e sostiene il Presidente della Repubblica, un’istituzione di garanzia che ci rappresenta tutti”. Caterina Liotti ha ribadito che l’ordine del giorno non è superato perché “quanto è avvenuto è stato molto grave e certe dichiarazioni che abbiamo sentito hanno superato ogni limite. È necessario il rispetto delle istituzioni e degli equilibri garantiti dalla Costituzione, che garantisce tutti noi, e dobbiamo essere sicuri che tutti coloro che vanno al governo la rispettino”. E Fabio Poggi ha rimarcato che nella decisione del Presidente “non c’era una briciola di presa di posizione politica, come hanno dimostrato i fatti dato che il contratto tra Lega e M5s, unico elemento politico della vicenda, non è stato modificato di una virgola tra il primo e il secondo passaggio”.

Per Antonio Montanini, CambiaModena, “se si è arrivati a questi livelli significa che qualcosa non funziona: dobbiamo stare nei limiti della Costituzione ma forse è il momento di riflettere sul fatto che forse quei limiti non sono più adatti alla loro funzione. Se dovessimo tornare alle elezioni con questa situazione forse potremmo non saltarci fuori in modo indolore. È necessario quindi avviare un processo di riforme istituzionali che ci diano un assetto stabile, sicuro e adeguato”. 

lascia il tuo commento ...
Guarda ModenaNOI TV con i Player esterni per smartphone e tablet
*****************************************************
State ascoltando:

Loading ...

total quality srl - organizzazione direzionale e sistemi integrati qualità/ambiente/sicurezza
rassegna stampa
ritrovaci su facebook

Informativa sulla privacy - modenanoi.it

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito www.modenanoi.it in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un'informativa che è resa anche ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 - Codice in materia di protezione dei dati personali a coloro che interagiscono con i servizi del sito web www.modenanoi.it per la protezione dei dati personali, accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo: www.modenanoi.it.
L'informativa è resa solo per il sito web www.modenanoi.it e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall'utente tramite link.
L'informativa si ispira anche alla Raccomandazione n. 2/2001 che le autorità europee per la protezione dei dati personali, riunite nel Gruppo istituito dall'art. 29 della direttiva n. 95/46/CE , hanno adottato il 17 maggio 2001 per individuare alcuni requisiti minimi per la raccolta di dati personali on-line, e, in particolare, le modalità, i tempi e la natura delle informazioni che i titolari del trattamento devono fornire agli utenti quando questi si collegano a pagine web, indipendentemente dagli scopi del collegamento.
L'accesso al sito www.modenanoi.it presuppone il consenso alla raccolta e al trattamento dei dati personali, secondo le modalità descritte nella presente informativa sulla privacy.

IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili. Il "titolare" del loro trattamento è il legale rappresentante responsabile per la protezione dei dati personali: Rughetti Andrea - Castelfranco Emilia (MO) - Italia.

LUOGO DI TRATTAMENTO DEI DATI

I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso la predetta sede e sono curati solo da personale tecnico oppure da eventuali incaricati di occasionali operazioni di manutenzione. Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato o diffuso. I dati personali forniti dagli utenti che inoltrano richieste di invio di materiale informativo (bollettini, cd-rom, newsletter, relazioni annuali, risposte a quesiti, atti e provvedimenti, ecc.) sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta e sono comunicati a terzi nel solo caso in cui ciò sia a tal fine necessario.

TIPI DI DATI TRATTATI

Dati di navigazione. I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet. Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'utente. Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l'elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito: salva questa eventualità, allo stato i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Informativa sui cookie (Cookie Policy)

Al fine di rendere più comoda possibile la Sua visita al nostro sito web, per la presentazione del nostro assortimento di prodotti utilizziamo dei cookies. Si tratta di piccoli aggregati di testo registrati localmente nella memoria temporanea del Suo browser, e quindi nel Suo computer, per periodi di tempo variabili in funzione dell'esigenza e generalmente compresi tra poche ore e alcuni anni, con l'eccezione dei cookie di profilazione la cui durata massima è di 365 giorni solari.
Mediante i cookie è possibile registrare in modo semi-permanente informazioni relative alle Sue preferenze e altri dati tecnici che permettono una navigazione più agevole e una maggiore facilità d'uso e efficacia del sito stesso. Ad esempio, i cookies possono essere usati per determinare se è già stata effettuata una connessione fra il Suo computer e i nostri siti per evidenziare le novità o mantenere le informazioni di "login". A Sua garanzia, viene identificato solo il cookie memorizzato sul suo computer.

TIPOLOGIE DI COOKIE

Questo sito fa uso di tre diverse tipologie di cookie:

1. Cookie tecnici essenziali
Questi cookie sono necessari al corretto funzionamento del sito. Consentono la navigazione delle pagine, la condivisione dei nostri contenuti, la memorizzazione delle Sue credenziali di accesso per rendere più rapido l'ingresso nel sito e per mantenere attive le Sue preferenze e credenziali durante la navigazione. Senza questi cookie non potremmo fornire i servizi per i quali gli utenti accedono al sito.

2. Cookie statistici e prestazionali
Questi cookie ci permettono di sapere in che modo i visitatori utilizzano il sito, per poterne così valutare e migliorare il funzionamento e privilegiare la produzione di contenuti che meglio incontrano i bisogni informativi dei nostri utenti. Ad esempio, consentono di sapere quali sono le pagine più e meno frequentate. Tengono conto, tra le altre cose, del numero di visitatori, del tempo trascorso sul sito dalla media degli utenti e delle modalità di arrivo di questi. In questo modo, possiamo sapere che cosa funziona bene e che cosa migliorare, oltre ad assicurarci che le pagine si carichino velocemente e siano visualizzate correttamente. Tutte le informazioni raccolte da questi cookie sono anonime e non collegate ai dati personali dell'utente. Per eseguire queste funzioni nei nostri siti utilizziamo i servizi di terze parti che anonimizzano i dati rendendoli non riconducibili a singoli individui (cosiddetto "single-in"). Laddove siano presenti servizi non completamente anonimizzati, Lei li troverà elencati tra i cookie di terze parti per i quali è possibile negare il consenso, a garanzia della Sua privacy.

3. Cookie funzionali e di profilazione di terze parti
In questa categoria ricadono sia cookie erogati da soggetti partner di Modenannoi.it e ad essa noti, sia cookie erogati da soggetti terzi non direttamente controllati o controllabili da Modenanoi.it.
I cookie provenienti dai nostri partner consentono di offrire funzionalità avanzate, nonchè maggiori informazioni e funzioni personali. Ciò include la possibilità di condividere contenuti attraverso i social network e di accedere ai servizi di videostreaming. Tali servizi sono principalmente forniti da operatori esterni ingaggiati o consapevolmente integrati da Modenanoi.it. Se si dispone di un account o se si utilizzano i servizi di tali soggetti su altri siti Web, questi potrebbero essere in grado di sapere che l'utente ha visitato i nostri siti. L'utilizzo dei dati raccolti da questi operatori esterni tramite cookie è sottoposto alle rispettive politiche sulla privacy e pertanto si identificano tali cookie con i nomi dei rispettivi soggetti. Tra questi si annoverano i cookie registrati dai principali social network che Le consentono di condividere gli articoli dei nostri siti e di manifestare pubblicamente il gradimento per il nostro lavoro.
I cookie non provenienti da partner di Modenanoi.it, sono cookie veicolati senza il controllo di Modenanoi.it, da soggetti terzi che hanno modo di intercettare l'utente durante la sua navigazione anche al di fuori del sito Modenanoi.it. Questi cookie, tipicamente di profilazione, non sono direttamente controllabili da Modenanoi.it che non può quindi garantire in merito all'uso che i terzi titolari fanno delle informazioni raccolte.

GESTIONE DEI COOKIE

Nel caso in cui Lei abbia dubbi o preoccupazioni in merito all'utilizzo dei cookie Le è sempre possibile intervenire per impedirne l'impostazione e la lettura, ad esempio modificando le impostazioni sulla privacy all'interno del Suo browser al fine di bloccarne determinati tipi.

Poichè ciascun browser - e spesso diverse versioni dello stesso browser - differiscono anche sensibilmente le une dalle altre se preferisce agire autonomamente mediante le preferenze del Suo browser può trovare informazioni dettagliate sulla procedura necessaria nella guida del Suo browser. Per una panoramica delle modalità di azione per i browser più comuni, può visitare l'indirizzo www.cookiepedia.co.uk

Le società pubblicitarie consentono inoltre di rinunciare alla ricezione di annunci mirati, se lo si desidera. Ciò non impedisce l'impostazione dei cookie, ma interrompe l'utilizzo e la raccolta di alcuni dati da parte di tali società.

Per maggiori informazioni e possibilità di rinuncia, visitare l'indirizzo www.youronlinechoices.eu

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy di Modenanoi.it e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti nè utilizzati da Modenanoi.it fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità di cui ai siti citati nel paragrafo "Gestione dei cookie".