Cronaca » Politica

Lunedì 30 Ottobre 2017 - ore 19:09

Dal consiglio comunale / Regolamento del sito Unesco. Tra tutela e fruibilità

Il Consiglio ha approvato le regole con il voto a favore di Pd e Art.1-Mdp-Per me Modena e senza voti contrari. Cavazza: “Equilibrio per valorizzare. Gradualità per adeguarsi”

Un strumento che “possa garantire l’equilibrio tra le esigenze di tutela, gli obiettivi di valorizzazione e la fruibilità di piazza Grande, Duomo e Ghirlandina”. È la sintesi dell’assessore alla Cultura Gianpietro Cavazza del significato del Regolamento del sito Unesco di Modena che il Consiglio comunale ha approvato giovedì 26 ottobre con il voto di Pd, Art.1-Mdp-Per me Modena e Idea-PeL (astenuti Forza Italia e Movimento 5 stelle). “Il testo è frutto di un lungo percorso - ha sottolineato Cavazza - nel quale ci hanno accompagnato in tanti, operatori e portatori di interesse con i quali ci siamo più volte confrontati e che ringrazio per i preziosi contributi”.

Obiettivo del Regolamento è garantire l’integrità strutturale e visiva del “patrimonio dell’umanità”, ma anche dare la possibilità di utilizzare l’ambito di piazza Grande e gli spazi connessi per poterli valorizzare al meglio. Una parte specifica della nuova normativa riguarda gli esercizi commerciali e i relativi allestimenti permanenti e temporanei (dehor, vetrine, arredi) che dovranno adeguarsi alle indicazioni di uno specifico abaco ma “con gradualità”, ha sottolineato l’assessore Cavazza. Gli esercizi esistenti avranno infatti quattro anni di tempo dall’entrata in vigore del Regolamento, in modo da ammortizzare eventuali investimenti effettuati negli anni precedenti. "Nelle norme abbiamo anche previsto incentivi economici per accompagnare questi cambiamenti con le modalità che verranno decise in sede di approvazione di Bilancio”. Lo stesso Regolamento prevede inoltre momenti di verifica e di revisione sulla sua applicazione i cui risultati saranno sottoposti al Comitato di Pilotaggio del sito Unesco.

Il regolamento è uno degli strumenti previsti dal Piano di gestione, approvato dal Consiglio comunale, del sito Unesco patrimonio dell’Umanità costituito dal Duomo, dalla torre Ghirlandina e da piazza Grande. I contenuti, condivisi con la Soprintendenza, con le associazioni di categoria e rappresentanti degli stakeholders, sono frutto del lavoro congiunto di sei assessorati: Cultura, Attività economiche e Turismo, Centro storico, Urbanistica, Mobilità e Ambiente.

Il Regolamento individua tre aree: quella del sito vero e proprio (zona 1) che comprende anche piazza Torre e i fronti degli edifici che si affacciano su piazza Grande; il cosiddetto “perimetro esteso” (zona 2) con l'area del Palazzo comunale, l’immobile all’angolo tra via Emilia e corso Duomo, gli edifici sul lato ovest di corso Duomo, quelli nella parte finale di corso Canalchiaro, e quello tra via Castellaro e piazza XX settembre; un’area di rispetto (zona 3) ovvero la via Emilia centro tra corso Duomo e via Scudari; la bozza, inoltre, indica come “zona 4” l’intero Centro Storico come definito dal Prg vigente, limitatamente alla tutela ambientale per limitare consumi energetici e combustibili inquinanti.

Per quanto riguarda gli esercizi commerciali di nuovo insediamento, il Regolamento favorisce le attività connesse alla valorizzazione delle tradizioni agroalimentari e gastronomiche tipiche del territorio e quelle che conservano o reintroducono valori della storia e tradizione imprenditoriale e commerciale locale. Tutti gli esercizi presenti dovranno poi attenersi ai criteri estetici e funzionali stabiliti per rendere più omogenea e di pregio l’immagine dell’area. Il Regolamento stabilisce inoltre i criteri per la possibile collocazione dei palchi per spettacoli in piazza Grande, e le dimensioni e collocazioni di gazebo per eventi commerciali, comprese le disposizioni delle bancarelle per le fiere cittadine.

Tra le regole, i limiti di rumore, le norme di comportamento dei frequentatori, e quelle che, stante la pedonalizzazione della piazza, indicano tempi e modi di accesso al sito per attività di carico e scarico e per allestimenti; in abaco anche la tavola delle relative sanzioni amministrative previste.

Il Regolamento norma, infine, la possibilità di svolgimento di eventi temporanei in piazza Grande. In accordo con la Soprintendenza ne sono previsti 24 ogni anno. Tra questi, a titolo indicativo sono elencati le tradizionali Fiere di S. Antonio e S. Geminiano; la Festa di Carnevale giovedì grasso; la Fiera del libro antico; il Mercatino dell’antiquariato (12 edizioni); il Festival filosofia; il 25 aprile e il Primo maggio; il Concerto in memoria di Luciano Pavarotti; il Mercatino di Natale; la Festa dell’ultimo dell’anno, e tre manifestazioni di carattere commerciale da concordare.

Ammesse le manifestazioni a carattere religioso della Curia e quelle civili del Comune, oltre alle manifestazioni politiche e sindacali.

IL DIBATTITO IN AULA

Prima dell’approvazione gli interventi di Art.1-Mdp-Per me Modena, M5s, FI e Pd

Il nuovo Regolamento del sito Unesco di piazza Grande, presentato in aula dall’assessore alla Cultura Gianpietro Cavazza, è stato approvato dal Consiglio comunale di Modena nella seduta di giovedì 26 ottobre con il voto a favore di Pd, Art.1-Mdp-Per me Modena e Idea-PeL; astenuti Forza Italia e Movimento 5 stelle.

Aprendo il dibattito, Marco Chincarini, Art.1-Mdp-Per me Modena ha sottolineato che “l’applicazione delle nuove regole non sarà indolore e richiederà perciò un accompagnamento sia per gli esercizi commerciali che si affacciano sulla piazza che per la città. Sarà un impegno che dovranno sostenere sia l’ente pubblico che i privati e dovremo crederci”. Per il consigliere bisogna quindi “attivare rapidamente un tavolo, come previsto, per raccogliere le osservazioni degli esercenti e mettere insieme un piano d’azione”. Vincenzo Walter Stella ha fatto appello “alla certezza dei controlli continuativi, non solo sul decoro ma anche sui rumori e sui carichi che deve sopportare la pavimentazione”. Particolare attenzione per il consigliere è necessaria anche “per un dialogo costruttivo con i commercianti che dovranno adeguare arredi e strutture, per non penalizzarli con oneri eccessivi e, anzi, verificando la possibilità di definire contributi economici”.

Adolfo Morandi (FI), dopo aver espresso il timore che le nuove regole “possano colpire in modo pesante l’accoglienza di qualità offerta dal Caffè Concerto”, ha focalizzato il suo intervento sulla difficoltà a camminare “che la pavimentazione in acciottolato della piazza crea in particolare per le persone disabili ma non solo a loro”. Ricordando di aver già posto il problema diversi anni fa, il consigliere si è augurato che la pavimentazione “sia rivista, anche perché è interesse di tutti rendere la piazza il più accogliente e fruibile possibile”.

“La piazza è patrimonio dell’Unesco dal 1997, come mai abbiamo aspettato vent’anni per fare il Regolamento?”, ha chiesto Marco Bortolotti, M5s, in apertura del suo intervento. “E per di più un regolamento che non è sfidante, con molte norme che serviranno a poco, perché difficili da controllare, e nessuna possibilità di tutela continuativa. Probabilmente bisognerà rivederlo. Speriamo – ha concluso – che la prossima Amministrazione abbia più coraggio”. Per Elisabetta Scardozzi, piazza Grande “merita un rispetto che ancora non le è riconosciuto visto che la si apre a eventi come concerti, manifestazioni sportive, commerciali e discutibili installazioni, che sono incompatibili con il senso religioso e la monumentalità del luogo. E questo non occasionalmente – ha aggiunto – ma con regolarità visto che il Regolamento prevede fino a 24 manifestazioni all’anno in piazza, con rischi per la cattedrale che possono derivare dalle vibrazioni del traffico pesante e dai rumori”.  

Chiara Susanna Pacchioni, Pd, ha ribadito che l’elaborazione del Regolamento ha coinvolto in strettissima collaborazione numerosi soggetti, compresi, in due assemblee pubbliche, i cittadini. Ha inoltre evidenziato che le nuove regole “prevedono un lasso di tempo congruo per adeguarsi, la possibilità di pedonalizzare corso duomo e rimuovere i fili del filobus, come richiesto da tanti, e un numero limitato di manifestazione, con attenzione particolare a contenere l’inquinamento acustico e a proteggere i cittadini”.

E Federica Di Padova, ha evidenziato come piazza Grande, il Duomo e la Ghirlandina “non siano solo un luogo di culto o di interesse storico ma siano luogo di senso civile per la comunità intera” e come questo principio “abbia guidato la discussione che, con il coinvolgimento di tutti gli attori e in modo non scontato, ci ha portato ad avere oggi il regolamento. Con l’approvazione – ha concluso – valorizziamo non solo il sito Unesco ma l’intero patrimonio culturale della città”

lascia il tuo commento ...
Loading ...
total quality srl - organizzazione direzionale e sistemi integrati qualità/ambiente/sicurezza
rassegna stampa
ritrovaci su facebook

Informativa sulla privacy - modenanoi.it

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito www.modenanoi.it in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un'informativa che è resa anche ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 - Codice in materia di protezione dei dati personali a coloro che interagiscono con i servizi del sito web www.modenanoi.it per la protezione dei dati personali, accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo: www.modenanoi.it.
L'informativa è resa solo per il sito web www.modenanoi.it e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall'utente tramite link.
L'informativa si ispira anche alla Raccomandazione n. 2/2001 che le autorità europee per la protezione dei dati personali, riunite nel Gruppo istituito dall'art. 29 della direttiva n. 95/46/CE , hanno adottato il 17 maggio 2001 per individuare alcuni requisiti minimi per la raccolta di dati personali on-line, e, in particolare, le modalità, i tempi e la natura delle informazioni che i titolari del trattamento devono fornire agli utenti quando questi si collegano a pagine web, indipendentemente dagli scopi del collegamento.
L'accesso al sito www.modenanoi.it presuppone il consenso alla raccolta e al trattamento dei dati personali, secondo le modalità descritte nella presente informativa sulla privacy.

IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili. Il "titolare" del loro trattamento è il legale rappresentante responsabile per la protezione dei dati personali: Rughetti Andrea - Castelfranco Emilia (MO) - Italia.

LUOGO DI TRATTAMENTO DEI DATI

I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso la predetta sede e sono curati solo da personale tecnico oppure da eventuali incaricati di occasionali operazioni di manutenzione. Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato o diffuso. I dati personali forniti dagli utenti che inoltrano richieste di invio di materiale informativo (bollettini, cd-rom, newsletter, relazioni annuali, risposte a quesiti, atti e provvedimenti, ecc.) sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta e sono comunicati a terzi nel solo caso in cui ciò sia a tal fine necessario.

TIPI DI DATI TRATTATI

Dati di navigazione. I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet. Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'utente. Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l'elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito: salva questa eventualità, allo stato i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Informativa sui cookie (Cookie Policy)

Al fine di rendere più comoda possibile la Sua visita al nostro sito web, per la presentazione del nostro assortimento di prodotti utilizziamo dei cookies. Si tratta di piccoli aggregati di testo registrati localmente nella memoria temporanea del Suo browser, e quindi nel Suo computer, per periodi di tempo variabili in funzione dell'esigenza e generalmente compresi tra poche ore e alcuni anni, con l'eccezione dei cookie di profilazione la cui durata massima è di 365 giorni solari.
Mediante i cookie è possibile registrare in modo semi-permanente informazioni relative alle Sue preferenze e altri dati tecnici che permettono una navigazione più agevole e una maggiore facilità d'uso e efficacia del sito stesso. Ad esempio, i cookies possono essere usati per determinare se è già stata effettuata una connessione fra il Suo computer e i nostri siti per evidenziare le novità o mantenere le informazioni di "login". A Sua garanzia, viene identificato solo il cookie memorizzato sul suo computer.

TIPOLOGIE DI COOKIE

Questo sito fa uso di tre diverse tipologie di cookie:

1. Cookie tecnici essenziali
Questi cookie sono necessari al corretto funzionamento del sito. Consentono la navigazione delle pagine, la condivisione dei nostri contenuti, la memorizzazione delle Sue credenziali di accesso per rendere più rapido l'ingresso nel sito e per mantenere attive le Sue preferenze e credenziali durante la navigazione. Senza questi cookie non potremmo fornire i servizi per i quali gli utenti accedono al sito.

2. Cookie statistici e prestazionali
Questi cookie ci permettono di sapere in che modo i visitatori utilizzano il sito, per poterne così valutare e migliorare il funzionamento e privilegiare la produzione di contenuti che meglio incontrano i bisogni informativi dei nostri utenti. Ad esempio, consentono di sapere quali sono le pagine più e meno frequentate. Tengono conto, tra le altre cose, del numero di visitatori, del tempo trascorso sul sito dalla media degli utenti e delle modalità di arrivo di questi. In questo modo, possiamo sapere che cosa funziona bene e che cosa migliorare, oltre ad assicurarci che le pagine si carichino velocemente e siano visualizzate correttamente. Tutte le informazioni raccolte da questi cookie sono anonime e non collegate ai dati personali dell'utente. Per eseguire queste funzioni nei nostri siti utilizziamo i servizi di terze parti che anonimizzano i dati rendendoli non riconducibili a singoli individui (cosiddetto "single-in"). Laddove siano presenti servizi non completamente anonimizzati, Lei li troverà elencati tra i cookie di terze parti per i quali è possibile negare il consenso, a garanzia della Sua privacy.

3. Cookie funzionali e di profilazione di terze parti
In questa categoria ricadono sia cookie erogati da soggetti partner di Modenannoi.it e ad essa noti, sia cookie erogati da soggetti terzi non direttamente controllati o controllabili da Modenanoi.it.
I cookie provenienti dai nostri partner consentono di offrire funzionalità avanzate, nonchè maggiori informazioni e funzioni personali. Ciò include la possibilità di condividere contenuti attraverso i social network e di accedere ai servizi di videostreaming. Tali servizi sono principalmente forniti da operatori esterni ingaggiati o consapevolmente integrati da Modenanoi.it. Se si dispone di un account o se si utilizzano i servizi di tali soggetti su altri siti Web, questi potrebbero essere in grado di sapere che l'utente ha visitato i nostri siti. L'utilizzo dei dati raccolti da questi operatori esterni tramite cookie è sottoposto alle rispettive politiche sulla privacy e pertanto si identificano tali cookie con i nomi dei rispettivi soggetti. Tra questi si annoverano i cookie registrati dai principali social network che Le consentono di condividere gli articoli dei nostri siti e di manifestare pubblicamente il gradimento per il nostro lavoro.
I cookie non provenienti da partner di Modenanoi.it, sono cookie veicolati senza il controllo di Modenanoi.it, da soggetti terzi che hanno modo di intercettare l'utente durante la sua navigazione anche al di fuori del sito Modenanoi.it. Questi cookie, tipicamente di profilazione, non sono direttamente controllabili da Modenanoi.it che non può quindi garantire in merito all'uso che i terzi titolari fanno delle informazioni raccolte.

GESTIONE DEI COOKIE

Nel caso in cui Lei abbia dubbi o preoccupazioni in merito all'utilizzo dei cookie Le è sempre possibile intervenire per impedirne l'impostazione e la lettura, ad esempio modificando le impostazioni sulla privacy all'interno del Suo browser al fine di bloccarne determinati tipi.

Poichè ciascun browser - e spesso diverse versioni dello stesso browser - differiscono anche sensibilmente le une dalle altre se preferisce agire autonomamente mediante le preferenze del Suo browser può trovare informazioni dettagliate sulla procedura necessaria nella guida del Suo browser. Per una panoramica delle modalità di azione per i browser più comuni, può visitare l'indirizzo www.cookiepedia.co.uk

Le società pubblicitarie consentono inoltre di rinunciare alla ricezione di annunci mirati, se lo si desidera. Ciò non impedisce l'impostazione dei cookie, ma interrompe l'utilizzo e la raccolta di alcuni dati da parte di tali società.

Per maggiori informazioni e possibilità di rinuncia, visitare l'indirizzo www.youronlinechoices.eu

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy di Modenanoi.it e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti nè utilizzati da Modenanoi.it fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità di cui ai siti citati nel paragrafo "Gestione dei cookie".