Cronaca » Politica

Venerdì 04 Agosto 2017 - ore 14:31

Dal Consiglio Comunale / Peep Panni, altri 10 anni di affitto agevolato per 7 famiglie

approvata dalla giunta la delibera sul trasferimento del vincolo di locazione da alloggi in costruzione via Ghiaroni ad alloggi già locati ma in scadenza in via Panni. Bando periferie, al via il portierato sociale di quartiere.

Il Consiglio comunale ha dato il via libera alla proposta di Abitcoop di trasferire il vincolo di destinazione alla locazione da cinque alloggi in corso di realizzazione in via Ghiaroni a quelli realizzati 10 anni fa nel Peep Panni, sempre destinati alla locazione ma con vincolo in scadenza. Grazie all’operazione, le famiglie che vi abitano ma non sono in grado di acquistare gli appartamenti e sono ancora in possesso dei requisiti necessari per accedere all’edilizia convenzionata potranno vedersi prorogato il contratto di affitto agevolato per altri 10 anni.

L’Aula ha infatti approvato la relativa delibera, illustrata dall’assessora Anna Maria Vandelli, con il voto a favore di Pd, M5s, Art.1 - Mdp e Per me Modena, e l’astensione di FI e Idea Popolo e libertà. La delibera prevede anche il rinnovo per 10 anni dei contratti di locazione relativi ad altri due appartamenti del Peep Panni qualora gli affittuari ne facciano richiesta. In caso contrario questi ultimi potranno essere liberamente venduti.

“Dieci anni fa – ha spiegato Vandelli – in via Panni è stata realizzata un’area Peep nella quale 10 alloggi sono stati destinati alla locazione con anche un contributo per il sostegno all’affitto della Regione Emilia-Romagna che ha consentito alle famiglie di godere di un contratto agevolato. Oggi quei contratti stanno per scadere – ha continuato – e, se alcune famiglie locatarie hanno avuto la possibilità di acquistare, altre hanno invece chiesto di rimanere in affitto in questi alloggi. Tale richiesta è stata elaborata e fatta propria da Abitcoop, che nel frattempo ha attivato altri interventi tra cui l'ultimo in via Ghiaroni con previsione di cinque alloggi in locazione non agevolata, quindi con canoni più alti rispetto a quelli di via Panni”.

L’assessora ha spiegato come da qui sia arrivata la proposta di permuta del vincolo di locazione sui cinque nuovi alloggi in via Ghiaroni, eliminando l’obbligo, per proseguire o rinnovare ex novo il vincolo di locazione sugli alloggi di via Panni. “Dal nostro punto di vista – ha continuato – è importante garantire la quantità di alloggi destinati alla locazione e assicurarci che il patrimonio nella disponibilità pubblica non venga ridotto: con la permuta questo non succede. Inoltre, abbiamo l’interesse pubblico di salvaguardare le famiglie che si trovano nelle condizioni di non poter accedere all'acquisto, che hanno ancora i requisiti per l’affitto agevolato e che, senza questa operazione, si troverebbero nella necessità di cambiare alloggio e sostenere delle spese aggiuntive”.

Sulla base dell’accordo, Abitcoop si impegna ad applicare ai canoni di locazione degli alloggi del comparto Panni, in compensazione del vantaggio economico ottenuto, uno sconto corrispondente alla redditività media del maggior introito derivante dalla vendita degli alloggi di nuova costruzione nel comparto Ghiaroni rispetto a quanto deriverebbe dalla vendita degli alloggi del comparto Panni.

Sul tema è intervenuto Luca Fantoni del M5s che ha espresso l’auspicio che la delibera “vada incontro davvero alle famiglie che abitano in via Panni e che sia il passo che le porti a migliorare la loro situazione attuale. Per questa ragione voteremo a favore”.

Per il Pd, Carmelo De Lillo ha parlato di “delibera di buon senso che nasce proprio per risolvere la questione a favore di quelle famiglie che, pur conservando i diritti, oggi non hanno la possibilità di acquistare l’appartamento. Questa delibera – ha aggiunto – intercetta un’esigenza e propone una soluzione per mantenere fisso il saldo sugli immobili per l’affitto e nello stesso tempo andare incontro alle famiglie”. Secondo Fabio Poggi “è evidente l’opportunità della delibera di sistemare un po’ le cose. È inoltre l’occasione per fare un ragionamento – ha proseguito – si evidenziano ulteriori meccanismi complicati del mondo Peep, in buona parte da aggiornare, cosa che la delibera prova a fare ma è importante riprendere il percorso iniziato per rimettere mano a tutto il tema dell’edilizia popolare e dei Peep”. Simona Arletti ha ricordato che “anche gli esperti che ci assistono per il nuovo Piano urbanistico hanno sottolineato come gli strumenti innovativi usati a Modena, quali il Peep e i Pip, come strumenti rivolti alla fascia intermedia, rispondono a un bisogno abitativo che ancora c’è rispetto alle tendenze sociodemografiche che vengono avanti. Dobbiamo rispondere a diversi livelli di esigenze – ha continuato – sia base che intermedia, per questo lo strumento va sostenuto e adeguato alle esigenze odierne”.

Paolo Trande di Art.1 - Mdp ha ribadito “la necessità che il Consiglio provi a fare riflessioni sul tema generale dei Peep e dell’housing sociale, perché le cose negli anni sono cambiate, a partire dalle condizioni socioeconomiche dei modenesi. Il territorio cittadino è una risorsa e dobbiamo provare a utilizzarla nel modo più giusto possibile, mentre negli ultimi anni non tutto è andato nel modo più lineare. Sollecito anch’io – ha concluso – un approfondimento per trovare soluzioni”.

Anche Marco Chincarini di Per me Modena si è detto “d’accordo con il consigliere Poggi sulla necessità di un approfondimento per la revisione del regolamento, perché i tempi sono cambiati e ciò che succede deve farci sollevare le antenne. La delibera risolve una situazione non prevista anche se personalmente ho sollevato dubbi su questa combinazione di numeri”.

BANDO PERIFIERIE, AL VIA IL PORTIERATO SOCIALE DI QUARTIERE

Muzzarelli: “Partiamo dallo sviluppo di percorsi di comunità per creare i presupposti di coesione e legalità indispensabili alla riqualificazione dell’area”

Sarà un Ats, Associazione temporanea di scopo, formata da tre soggetti che da tempo lavorano sul territorio nei campi sociale, educativo dell’integrazione e della mediazione linguistico  culturale e dei conflitti ad occuparsi delle attività previste dal “Portierato sociale di Quartiere” nell'ambito del Programma per la riqualificazione e la sicurezza della periferia nord della città di Modena - fascia ferroviaria.

Conclusa la procedura di selezione dell’avviso, rivolto al terzo settore, di manifestazione d’interesse alla cooprogettazione delle attività e firmata la convenzione con il Comune, per il soggetto individuato (Ats costituita dalle cooperative sociali Gulliver, Mediando e Caleidos) è ora il momento di mettersi al lavoro. Il bando prevedeva, tra i principali criteri di valutazione delle proposte, la possibilità di poter contare su equipe multiprofessionali proprio per poter affrontare la complessità delle problamatiche dell'area.

Parte innanzitutto la fase di coprogettazione con il Comune; tutta l’attività del Portierato sociale di Quartiere è infatti soggetta a coprogettazione periodica con l’Ufficio Politiche per la Legalità e le Sicurezze per garantire la coerenza delle linee d’intervento con i servizi proposti e con le problematiche emergenti anche dall’ascolto e dal confronto con i cittadini.

“Dopo l’approvazione in Consiglio comunale del Masterplan e la progettazione esecutiva degli interventi – afferma il Sindaco Gian Carlo Muzzarelli – è questo il primo intervento del Programma di riqualificazione urbana e sicurezza della periferia nord della città, che arriva a compimento. Partiamo dallo sviluppo di percorsi di comunità con attività socio-educative oltre che di presidio e monitoraggio del territorio, per creare quei presupposti di coesione e legalità indispensabili alla riqualificazione dell’area. Stiamo rispettando la tabella di marcia che ci siamo dati e mantenendo gli impegni assunti. Questa è la zona di Modena dove stiamo investendo più risorse”.

In particolare, il Portierato sociale di quartiere comprenderà funzioni e attività che andranno ben oltre le esperienze di portierato sociale condotte sino ad oggi in città. Lo scopo è appunto mettere in atto azioni diverse orientate allo sviluppo di comunità, funzionali a riqualificazione urbana e sicurezza della periferia nord che sono gli obiettivi del Programma. Le azioni saranno rivolte ai residenti e alle componenti sociali ed economiche presenti nel comparto e nel quartiere.

Intanto, ha già preso il via l’attività di front office con l’apertura per venti ore alla settimana dello sportello del portierato (tranne che nella settimana dal 14 al 19 agosto) che in questa prima fase è ospitato al complesso R-Nord.

In realtà ben presto il portierato diventerà anche mobile e vedrà gli operatori spostarsi lungo le vie del quartiere per fornire informazioni sui servizi, monitorare le presenze, contattare i residenti e gli addetti alle attività economiche per raccogliere richieste e segnalazioni e, qualora sia necessario, anche per avviare attività di mediazione dei conflitti e intervenire su fenomeni di marginalità sociale.

Il Portierato sociale sarà lo snodo centrale delle iniziative e dei servizi che saranno attivati in zona. Si articolerà in numerose azioni: da mediazione sociale, linguistico-culturale e dei conflitti a mutuo aiuto, da housing sociale e sostegno alle famiglie più fragili a monitoraggio e presidio del territorio, dall’animazione e presidio sociale in collaborazione con le associazioni del quartiere all’accoglienza dei nuovi residenti ad attività culturali, formative e di educazione civica. Altre iniziative previste nella proposta che andrà ridefinita con il Comune riguardano azioni di prossimità e servizi di vicinato, la rilevazione dei problemi e ovviamente l’integrazione con gli altri servizi del territorio e la rendicontazione delle attività.

Le risorse disponibili per tutte le attività di portierato sociale di quartiere, che si svolgeranno nell’arco di due anni (fino a luglio 2019), ammontano a 150 mila euro e sono completamente finanziate nell'ambito del Programma per la riqualificazione e la sicurezza della periferia nord della città di Modena, finanziato dal Governo.

lascia il tuo commento ...
Loading ...
total quality srl - organizzazione direzionale e sistemi integrati qualità/ambiente/sicurezza
rassegna stampa
ritrovaci su facebook

Informativa sulla privacy - modenanoi.it

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito www.modenanoi.it in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un'informativa che è resa anche ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 - Codice in materia di protezione dei dati personali a coloro che interagiscono con i servizi del sito web www.modenanoi.it per la protezione dei dati personali, accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo: www.modenanoi.it.
L'informativa è resa solo per il sito web www.modenanoi.it e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall'utente tramite link.
L'informativa si ispira anche alla Raccomandazione n. 2/2001 che le autorità europee per la protezione dei dati personali, riunite nel Gruppo istituito dall'art. 29 della direttiva n. 95/46/CE , hanno adottato il 17 maggio 2001 per individuare alcuni requisiti minimi per la raccolta di dati personali on-line, e, in particolare, le modalità, i tempi e la natura delle informazioni che i titolari del trattamento devono fornire agli utenti quando questi si collegano a pagine web, indipendentemente dagli scopi del collegamento.
L'accesso al sito www.modenanoi.it presuppone il consenso alla raccolta e al trattamento dei dati personali, secondo le modalità descritte nella presente informativa sulla privacy.

IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili. Il "titolare" del loro trattamento è il legale rappresentante responsabile per la protezione dei dati personali: Rughetti Andrea - Castelfranco Emilia (MO) - Italia.

LUOGO DI TRATTAMENTO DEI DATI

I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso la predetta sede e sono curati solo da personale tecnico oppure da eventuali incaricati di occasionali operazioni di manutenzione. Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato o diffuso. I dati personali forniti dagli utenti che inoltrano richieste di invio di materiale informativo (bollettini, cd-rom, newsletter, relazioni annuali, risposte a quesiti, atti e provvedimenti, ecc.) sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta e sono comunicati a terzi nel solo caso in cui ciò sia a tal fine necessario.

TIPI DI DATI TRATTATI

Dati di navigazione. I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet. Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'utente. Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l'elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito: salva questa eventualità, allo stato i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Informativa sui cookie (Cookie Policy)

Al fine di rendere più comoda possibile la Sua visita al nostro sito web, per la presentazione del nostro assortimento di prodotti utilizziamo dei cookies. Si tratta di piccoli aggregati di testo registrati localmente nella memoria temporanea del Suo browser, e quindi nel Suo computer, per periodi di tempo variabili in funzione dell'esigenza e generalmente compresi tra poche ore e alcuni anni, con l'eccezione dei cookie di profilazione la cui durata massima è di 365 giorni solari.
Mediante i cookie è possibile registrare in modo semi-permanente informazioni relative alle Sue preferenze e altri dati tecnici che permettono una navigazione più agevole e una maggiore facilità d'uso e efficacia del sito stesso. Ad esempio, i cookies possono essere usati per determinare se è già stata effettuata una connessione fra il Suo computer e i nostri siti per evidenziare le novità o mantenere le informazioni di "login". A Sua garanzia, viene identificato solo il cookie memorizzato sul suo computer.

TIPOLOGIE DI COOKIE

Questo sito fa uso di tre diverse tipologie di cookie:

1. Cookie tecnici essenziali
Questi cookie sono necessari al corretto funzionamento del sito. Consentono la navigazione delle pagine, la condivisione dei nostri contenuti, la memorizzazione delle Sue credenziali di accesso per rendere più rapido l'ingresso nel sito e per mantenere attive le Sue preferenze e credenziali durante la navigazione. Senza questi cookie non potremmo fornire i servizi per i quali gli utenti accedono al sito.

2. Cookie statistici e prestazionali
Questi cookie ci permettono di sapere in che modo i visitatori utilizzano il sito, per poterne così valutare e migliorare il funzionamento e privilegiare la produzione di contenuti che meglio incontrano i bisogni informativi dei nostri utenti. Ad esempio, consentono di sapere quali sono le pagine più e meno frequentate. Tengono conto, tra le altre cose, del numero di visitatori, del tempo trascorso sul sito dalla media degli utenti e delle modalità di arrivo di questi. In questo modo, possiamo sapere che cosa funziona bene e che cosa migliorare, oltre ad assicurarci che le pagine si carichino velocemente e siano visualizzate correttamente. Tutte le informazioni raccolte da questi cookie sono anonime e non collegate ai dati personali dell'utente. Per eseguire queste funzioni nei nostri siti utilizziamo i servizi di terze parti che anonimizzano i dati rendendoli non riconducibili a singoli individui (cosiddetto "single-in"). Laddove siano presenti servizi non completamente anonimizzati, Lei li troverà elencati tra i cookie di terze parti per i quali è possibile negare il consenso, a garanzia della Sua privacy.

3. Cookie funzionali e di profilazione di terze parti
In questa categoria ricadono sia cookie erogati da soggetti partner di Modenannoi.it e ad essa noti, sia cookie erogati da soggetti terzi non direttamente controllati o controllabili da Modenanoi.it.
I cookie provenienti dai nostri partner consentono di offrire funzionalità avanzate, nonchè maggiori informazioni e funzioni personali. Ciò include la possibilità di condividere contenuti attraverso i social network e di accedere ai servizi di videostreaming. Tali servizi sono principalmente forniti da operatori esterni ingaggiati o consapevolmente integrati da Modenanoi.it. Se si dispone di un account o se si utilizzano i servizi di tali soggetti su altri siti Web, questi potrebbero essere in grado di sapere che l'utente ha visitato i nostri siti. L'utilizzo dei dati raccolti da questi operatori esterni tramite cookie è sottoposto alle rispettive politiche sulla privacy e pertanto si identificano tali cookie con i nomi dei rispettivi soggetti. Tra questi si annoverano i cookie registrati dai principali social network che Le consentono di condividere gli articoli dei nostri siti e di manifestare pubblicamente il gradimento per il nostro lavoro.
I cookie non provenienti da partner di Modenanoi.it, sono cookie veicolati senza il controllo di Modenanoi.it, da soggetti terzi che hanno modo di intercettare l'utente durante la sua navigazione anche al di fuori del sito Modenanoi.it. Questi cookie, tipicamente di profilazione, non sono direttamente controllabili da Modenanoi.it che non può quindi garantire in merito all'uso che i terzi titolari fanno delle informazioni raccolte.

GESTIONE DEI COOKIE

Nel caso in cui Lei abbia dubbi o preoccupazioni in merito all'utilizzo dei cookie Le è sempre possibile intervenire per impedirne l'impostazione e la lettura, ad esempio modificando le impostazioni sulla privacy all'interno del Suo browser al fine di bloccarne determinati tipi.

Poichè ciascun browser - e spesso diverse versioni dello stesso browser - differiscono anche sensibilmente le une dalle altre se preferisce agire autonomamente mediante le preferenze del Suo browser può trovare informazioni dettagliate sulla procedura necessaria nella guida del Suo browser. Per una panoramica delle modalità di azione per i browser più comuni, può visitare l'indirizzo www.cookiepedia.co.uk

Le società pubblicitarie consentono inoltre di rinunciare alla ricezione di annunci mirati, se lo si desidera. Ciò non impedisce l'impostazione dei cookie, ma interrompe l'utilizzo e la raccolta di alcuni dati da parte di tali società.

Per maggiori informazioni e possibilità di rinuncia, visitare l'indirizzo www.youronlinechoices.eu

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy di Modenanoi.it e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti nè utilizzati da Modenanoi.it fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità di cui ai siti citati nel paragrafo "Gestione dei cookie".