Cronaca » Politica

Sabato 03 Febbraio 2018 - ore 22:16

Dal Consiglio comunale / Il dibattito sul Bosco Urbano a Vaciglio

Marco Chincarini. si è astenuto sulla delibera, ha posto l’attenzione sui costi da sostenere non solo per creare il bosco urbano, a cui sono favorevole, ma, in prospettiva, per mantenerlo e “dobbiamo anche capire rapidamente quali costi dovremmo sostenere se decidessimo di non costruire più sull’area di Vaciglio”.

Per la maggioranza una scelta urbanistica ambientale innovativa che toglie potenzialità edificatoria. Per l’opposizione un’operazione politica per nascondere le nuove costruzioni.

“Con la scelta politica di creare un bosco urbano a Vaciglio diamo una prospettiva urbanistica innovativa per Modena tagliando potenzialità edificatoria e realizzando un polmone verde, una barriera di mitigazione ambientale che delimita la città e che afferma chiaramente che il suo sviluppo sarà all’interno delle tangenziali”.

Lo ha affermato il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli intervenendo nel dibattito che ha preceduto l’approvazione in Consiglio comunale della delibera con la quale si destinano a bosco urbano oltre 87 mila metri quadrati nell’area tra via Vaciglio, via Morane e strada Nuova Estense a Modena, accanto alla zona in cui è prevista la costruzione di 26 edifici con 550 alloggi. La delibera, presentata in aula dall’assessora all’Urbanistica Anna Maria Vandelli giovedì 1 febbraio è stata approvata dai gruppi di maggioranza (Pd e Articolo Uno - Movimento Democratico e Progressista - Per me Modena, con l’astensione del consigliere Marco Chincarini); voto contrario di Movimento 5 Stelle e Idea Popolo e Libertà; astensione anche per Forza Italia, Cambiamodena ed Energie per l’Italia.

Aprendo il dibattito per ArtUNo-Mdp-Per me Modena, Vincenco Walter Stella ha definito la delibera “positiva dal punto di vista ambientale. Il bosco urbano rafforza la volontà dell’Amministrazione di non costruire in quell’area, una volta realizzato infatti sarà impossibile recedere”. Il consigliere ha invitato però a non considerare quei nove ettari come una compensazione per la costruzione del comparto di Vaciglio, “perché sono già a verde e quindi non vanno ad aumentare la permeabilità del territorio”. “Perché dovremmo opporci a un progetto che prevede nove ettari di bosco per dare un polmone verde alla città?” ha chiesto Marco Cugusi: “È un’opera meritoria con la quale togliamo la possibilità di urbanizzare un’area edificabile per servizi e facciamo una scelta per la mitigazione dei cambiamenti climatici. Negare l’utilità dell’area è inseguire i comitati, che fanno bene a esporre le loro ragioni, ma non è bene che le forze politiche li cavalchino per fare campagna elettorale senza approfondire il ragionamento”. Marco Chincarini, che si è astenuto sulla delibera, ha posto l’attenzione sui costi da sostenere non solo per creare il bosco urbano, a cui sono favorevole, ma, in prospettiva, per mantenerlo e “dobbiamo anche capire rapidamente quali costi dovremmo sostenere se decidessimo di non costruire più sull’area di Vaciglio”. 

Per Giuseppe Pellacani (Energie per l’Italia) realizzare un bosco urbano in un terreno non impermeabilizzato, “dopo che il sindaco ha tanto parlato di saldo zero”, sembra “un alibi per un’operazione già decisa e per la quale ora tenteremo di capire se è possibile fare un passo indietro. Buona parte di quell’area non sarebbe stata comunque edificabile, almeno non con alloggi. Il bosco va bene, perché almeno si vincola una piccola zona a verde, ma la delibera è poco opportuna”.

Elemento comune a tutti gli interventi dei consiglieri del Pd è stato che la delibera sancisce la scelta politica di rendere definitivamente non edificabile un’area che potenzialmente lo era e di destinarla a bosco urbano, “una scelta innovativa che segna l’inversione delle politiche urbanistiche e un atto concreto in direzione della mitigazione ambientale”. Il capogruppo Fabio Poggi ha ulteriormente sottolineato che l’area era destinata ad attrezzature generali, “per esempio una piscina pubblica, certamente non poco impattante. Il bosco urbano di Vaciglio, il primo di Modena, non è fumo negli occhi ma una scelta precisa che rafforza la direzione ambientale delle politiche urbanistiche”. Simona Arletti ha messo in evidenza che il bosco urbano sarà in continuità con quello di via Tignale del Garda, “contribuendo a prolungare la barriera verde intorno alla città e inserendosi nelle pratiche di mitigazione ambientale che questa città sta già mettendo in atto”. Antonio Carpentieri ha evidenziato che “le associazioni ambientaliste, anche in altre città, hanno combattuto per avere boschi come questo e gli studiosi hanno quantificato il valore ecologico di un bosco urbano in termini di mitigazione ambientale e anche di valore sociale. Il bosco è dunque un beneficio in sé, frutto di una scelta giuridicamente legittima di sistemazione dell’intero comparto, che rimarrà alla città anche se cambiassimo idea sugli alloggi”. E Diego Lenzini ha ribadito che la delibera “dice, nei fatti, che in quell’area non costruiamo come avremmo potuto fare ma realizziamo un bosco e in questo modo facciamo una scelta politica importante”. Il consigliere ha poi osservato che il valore ecologico di un bosco è chiaramente superiore a quello di un campo per quanto riguarda il miglioramento dell’aria, l’impatto acustico, l’assorbimento del calore”. 

Per il M5s, Elisabetta Scardozzi ha sostenuto che la delibera “serve solo a giustificare la volontà di costruire i 550 alloggi del comparto Morane-Vaciglio, su un terreno ora vergine, attuando un saldo zero finto. Il saldo zero come interpretato dalla Giunta e richiamato nel testo, è al netto di ciò che è già destinato dal Psc dove questa area è conteggiata come a possibile urbanizzazione. In pratica si dice che si restituisce a verde un’area che in realtà oggi è già verde”. Marco Rabboni (M5s) ha affermato che “nessuno nega l’utilità del bosco urbano e nessuno dice che l’impatto di un bosco è uguale a quello di un prato. La nostra è una posizione politica: siamo contrari al concetto di saldo zero come inteso dalla Giunta e riportato in delibera e sosteniamo che l’Amministrazione avrebbe potuto avviare il progetto senza passare dal Consiglio. Il dubbio che il passaggio sia fatto per propaganda quindi ci rimane”.

Andrea Galli (FI), dicendosi “non contrario alla riforestazione e al bosco urbano ma alla modalità e ai tempi della delibera”, ha affermato che il bosco “è un’operazione politica per far dimenticare le abitazioni di Vaciglio, costruite contro tutti e contro tutto, e dare l’immagine di un’Amministrazione attenta al verde e al decoro della città, che ha propagandato il consumo zero di suolo mentre sappiamo che non è vero. Ci dicono – ha proseguito – che costruiscono meno di quello che potrebbero ma non dobbiamo ringraziarli per questo”.

A chiusura del dibattito l’assessora Vandelli è intervenuta precisando che la scelta di creare il bosco urbano ha una forte valenza politica perché rompe con il passato destinando aree potenzialmente edificabili a dotazione ambientale. Nessun’altra città ha fatto scelte così in controtendenza: noi stiamo cambiando marcia innestando una forte valenza di carattere ambientale e procedendo verso il saldo zero senza dimenticare che dobbiamo continuare a rendere attrattiva questa città per i giovani anche sotto l’aspetto residenziale”.

lascia il tuo commento ...
Guarda ModenaNOI TV con i Player esterni per smartphone e tablet
*****************************************************
State ascoltando:

Loading ...

total quality srl - organizzazione direzionale e sistemi integrati qualità/ambiente/sicurezza
rassegna stampa
ritrovaci su facebook

Informativa sulla privacy - modenanoi.it

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito www.modenanoi.it in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un'informativa che è resa anche ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 - Codice in materia di protezione dei dati personali a coloro che interagiscono con i servizi del sito web www.modenanoi.it per la protezione dei dati personali, accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo: www.modenanoi.it.
L'informativa è resa solo per il sito web www.modenanoi.it e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall'utente tramite link.
L'informativa si ispira anche alla Raccomandazione n. 2/2001 che le autorità europee per la protezione dei dati personali, riunite nel Gruppo istituito dall'art. 29 della direttiva n. 95/46/CE , hanno adottato il 17 maggio 2001 per individuare alcuni requisiti minimi per la raccolta di dati personali on-line, e, in particolare, le modalità, i tempi e la natura delle informazioni che i titolari del trattamento devono fornire agli utenti quando questi si collegano a pagine web, indipendentemente dagli scopi del collegamento.
L'accesso al sito www.modenanoi.it presuppone il consenso alla raccolta e al trattamento dei dati personali, secondo le modalità descritte nella presente informativa sulla privacy.

IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili. Il "titolare" del loro trattamento è il legale rappresentante responsabile per la protezione dei dati personali: Rughetti Andrea - Castelfranco Emilia (MO) - Italia.

LUOGO DI TRATTAMENTO DEI DATI

I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso la predetta sede e sono curati solo da personale tecnico oppure da eventuali incaricati di occasionali operazioni di manutenzione. Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato o diffuso. I dati personali forniti dagli utenti che inoltrano richieste di invio di materiale informativo (bollettini, cd-rom, newsletter, relazioni annuali, risposte a quesiti, atti e provvedimenti, ecc.) sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta e sono comunicati a terzi nel solo caso in cui ciò sia a tal fine necessario.

TIPI DI DATI TRATTATI

Dati di navigazione. I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet. Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'utente. Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l'elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito: salva questa eventualità, allo stato i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Informativa sui cookie (Cookie Policy)

Al fine di rendere più comoda possibile la Sua visita al nostro sito web, per la presentazione del nostro assortimento di prodotti utilizziamo dei cookies. Si tratta di piccoli aggregati di testo registrati localmente nella memoria temporanea del Suo browser, e quindi nel Suo computer, per periodi di tempo variabili in funzione dell'esigenza e generalmente compresi tra poche ore e alcuni anni, con l'eccezione dei cookie di profilazione la cui durata massima è di 365 giorni solari.
Mediante i cookie è possibile registrare in modo semi-permanente informazioni relative alle Sue preferenze e altri dati tecnici che permettono una navigazione più agevole e una maggiore facilità d'uso e efficacia del sito stesso. Ad esempio, i cookies possono essere usati per determinare se è già stata effettuata una connessione fra il Suo computer e i nostri siti per evidenziare le novità o mantenere le informazioni di "login". A Sua garanzia, viene identificato solo il cookie memorizzato sul suo computer.

TIPOLOGIE DI COOKIE

Questo sito fa uso di tre diverse tipologie di cookie:

1. Cookie tecnici essenziali
Questi cookie sono necessari al corretto funzionamento del sito. Consentono la navigazione delle pagine, la condivisione dei nostri contenuti, la memorizzazione delle Sue credenziali di accesso per rendere più rapido l'ingresso nel sito e per mantenere attive le Sue preferenze e credenziali durante la navigazione. Senza questi cookie non potremmo fornire i servizi per i quali gli utenti accedono al sito.

2. Cookie statistici e prestazionali
Questi cookie ci permettono di sapere in che modo i visitatori utilizzano il sito, per poterne così valutare e migliorare il funzionamento e privilegiare la produzione di contenuti che meglio incontrano i bisogni informativi dei nostri utenti. Ad esempio, consentono di sapere quali sono le pagine più e meno frequentate. Tengono conto, tra le altre cose, del numero di visitatori, del tempo trascorso sul sito dalla media degli utenti e delle modalità di arrivo di questi. In questo modo, possiamo sapere che cosa funziona bene e che cosa migliorare, oltre ad assicurarci che le pagine si carichino velocemente e siano visualizzate correttamente. Tutte le informazioni raccolte da questi cookie sono anonime e non collegate ai dati personali dell'utente. Per eseguire queste funzioni nei nostri siti utilizziamo i servizi di terze parti che anonimizzano i dati rendendoli non riconducibili a singoli individui (cosiddetto "single-in"). Laddove siano presenti servizi non completamente anonimizzati, Lei li troverà elencati tra i cookie di terze parti per i quali è possibile negare il consenso, a garanzia della Sua privacy.

3. Cookie funzionali e di profilazione di terze parti
In questa categoria ricadono sia cookie erogati da soggetti partner di Modenannoi.it e ad essa noti, sia cookie erogati da soggetti terzi non direttamente controllati o controllabili da Modenanoi.it.
I cookie provenienti dai nostri partner consentono di offrire funzionalità avanzate, nonchè maggiori informazioni e funzioni personali. Ciò include la possibilità di condividere contenuti attraverso i social network e di accedere ai servizi di videostreaming. Tali servizi sono principalmente forniti da operatori esterni ingaggiati o consapevolmente integrati da Modenanoi.it. Se si dispone di un account o se si utilizzano i servizi di tali soggetti su altri siti Web, questi potrebbero essere in grado di sapere che l'utente ha visitato i nostri siti. L'utilizzo dei dati raccolti da questi operatori esterni tramite cookie è sottoposto alle rispettive politiche sulla privacy e pertanto si identificano tali cookie con i nomi dei rispettivi soggetti. Tra questi si annoverano i cookie registrati dai principali social network che Le consentono di condividere gli articoli dei nostri siti e di manifestare pubblicamente il gradimento per il nostro lavoro.
I cookie non provenienti da partner di Modenanoi.it, sono cookie veicolati senza il controllo di Modenanoi.it, da soggetti terzi che hanno modo di intercettare l'utente durante la sua navigazione anche al di fuori del sito Modenanoi.it. Questi cookie, tipicamente di profilazione, non sono direttamente controllabili da Modenanoi.it che non può quindi garantire in merito all'uso che i terzi titolari fanno delle informazioni raccolte.

GESTIONE DEI COOKIE

Nel caso in cui Lei abbia dubbi o preoccupazioni in merito all'utilizzo dei cookie Le è sempre possibile intervenire per impedirne l'impostazione e la lettura, ad esempio modificando le impostazioni sulla privacy all'interno del Suo browser al fine di bloccarne determinati tipi.

Poichè ciascun browser - e spesso diverse versioni dello stesso browser - differiscono anche sensibilmente le une dalle altre se preferisce agire autonomamente mediante le preferenze del Suo browser può trovare informazioni dettagliate sulla procedura necessaria nella guida del Suo browser. Per una panoramica delle modalità di azione per i browser più comuni, può visitare l'indirizzo www.cookiepedia.co.uk

Le società pubblicitarie consentono inoltre di rinunciare alla ricezione di annunci mirati, se lo si desidera. Ciò non impedisce l'impostazione dei cookie, ma interrompe l'utilizzo e la raccolta di alcuni dati da parte di tali società.

Per maggiori informazioni e possibilità di rinuncia, visitare l'indirizzo www.youronlinechoices.eu

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy di Modenanoi.it e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti nè utilizzati da Modenanoi.it fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità di cui ai siti citati nel paragrafo "Gestione dei cookie".